Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / lazio / News
Lazio, Luis Alberto a Dazn: "Un peccato. Nell'esultanza c'era..."TUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
lunedì 26 febbraio 2024, 23:38News
di Ludovica Lamboglia
per Lalaziosiamonoi.it

Lazio, Luis Alberto a Dazn: "Un peccato. Nell'esultanza c'era..."

Un gol magico quello di Luis Alberto, rimasto fermo però sull'1-0, recuperato da Kayode e Bonavenutura. Al termine del match è intervenuto ai microfoni di Dazn il numero 10: "Difificile da spiegare, abbiamo continuato nel secondo tempo ma la squadar non è stata all'altezza della partita, è un peccato perché era troppo importante per noi. Cosa c'era nell'esultanza? C'era tanto, ma meglio stare zitto e continuare, non sono contento perché la squadra non ha vinto. Quest'anno è ancora più difficile, è strano perché è vero che mancano tanti giocatori e giochiamo ogni 3 giorni, oggi siamo stati fortunati nel primo tempo.

E' un peccato e non sappiamo perché continuino questi blackout, nelle ultime quattro partite c'è stata una serietà importante che sembrava potesse farci fare un passo in avanti. Rabbia? Un po', ma non voglio parlare oggi, ho tolto un peso e spero di farne altri. Speriamo di vincere la prossima per la squadra.

Continuità? Non c'è da 3 anni questa mancanza ma anche da prima, questa squadra quando ha fatto bene è quando giocava una partita a settimana ma dobbiamo imparare che il calcio è cambiato e se vuoi essere professionista devi capire che sia così. Bayern Monaco? Pensiamo prima al Milan, poi mettiamo la testa alla Champions perché dobbiamo essere intelligenti e capire che per giocare la Champions ci si arriva tramite la Serie A. E' un premio per noi e faremo di tutto per passare, ma dobbiamo pensare che sia più importante la Serie A per la società e i tifosi".