Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / napoli / Serie A
Il Napoli ha fretta di guarire: a rischio 100 milioni fondamentali per le casse del clubTUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
martedì 27 febbraio 2024, 11:45Serie A
di Simone Lorini

Il Napoli ha fretta di guarire: a rischio 100 milioni fondamentali per le casse del club

L’ossessione Champions e i 100 milioni che rischiano seriamente di svanire accompagnano la missione già complessa del nuovo tecnico Francesco Calzona: il Corriere dello Sport di oggi fa il punto sul momento difficile del Napoli, che ha fretta di rimettersi in sesto per non perdere i treni che contano in classifica.

Visto che il calcio non è mai stato un istituto filantropico, magari neppure con i mecenati, ora che gli affari si chiamano business, il problema di risultati del Napoli rischia di andare a intaccare in modo pesante le casse: l’Europa, preferibilmente la Champions sia chiaro, è una forma di ricchezza irrinunciabile, almeno quanto il Mondiale per club del 2025. Mettendo assieme i passaporti, ci sono 100 milioni di (cattivi) pensieri che frullano nella testa di De Laurentiis, che certo non possono essere “addebitati” a Calzona, arrivato appena sette giorni fa, e che comunque rappresentano un tormento esistenziale.


Il Napoli, scrive il quotidiano, non ha intenzione di starsene con le mani in mano da una domenica all’altra, trascorrendo i martedì, i mercoledì o i giovedi a guardare la tv e a rovinarsi il fegato: avendo girato il Vecchio Continente in lungo e in largo dal 2010, per riempire l’orizzonte e provare a sentire anche il tintinnio dei danari, bisogna passare in analisi e risolvere quelle contorsioni mentali.