Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / napoli / Le Interviste
Chiariello: "Mazzarri, te ne devi rendere conto: Juan Jesus non può giocare terzino!"
giovedì 30 novembre 2023, 20:00Le Interviste
di Antonio Noto
per Tuttonapoli.net

Chiariello: "Mazzarri, te ne devi rendere conto: Juan Jesus non può giocare terzino!"

"In più, c’è stata la papera di Meret, ma c’è da dire che se stavamo 2-2, gran merito è stato di Meret che ha fatto degli interventi pazzeschi".

A Radio Napoli Centrale, nel corso di 'Un Calcio alla Radio', il giornalista Umberto Chiariello è intervenuto con il suo editoriale: "Quando ieri ha segnato Simeone ho immediatamente pensato che avremmo perso la partita, perché è storia. In 6 incontri avuti in Champions League con il Real Madrid, il Napoli ne ha pareggiata una sola e in 5 volte è andato in vantaggio. La vittoria, però, non mi sembra meritata. Non che abbia rubato, il Real è Real, checché se ne dica. Veniamo alle note positive e negative, partendo da quest’ultime. Walter Mazzarri te ne devi rendere conto: il Napoli non può giocare con Juan Jesus terzino sinistro, è un’offesa all’intelligenza perché perdi 2 uomini al prezzo di 1. Non perdi solo il terzino sinistro, ma anche Kvara che deve fare il terzino aggiunto ed è solo. Non può giocare Juan Jesus! Quali sono le alternative? O gioca Zanoli a destra e Di Lorenzo a sinistra, oppure più opportunamente viene adattato Zanoli a sinistra. La dobbiamo smettere di avere prevenzione verso giocatori che non sono più giovani. C’è bisogno di cambiare la mentalità che abbiamo in Italia. In più, c’è stata la papera di Meret, ma c’è da dire che se stavamo 2-2, gran merito è stato di Meret che ha fatto degli interventi pazzeschi.

Passiamo alle note positive: la scelta di Simeone dal primo minuto rispondendo con un’ottima prestazione e consentendo del minutaggio a Osimhen. Bisogna dare atto a Mazzarri che ha dato al gruppo un senso di compattezza ed ha ridato un gioco a questa squadra. Il Napoli c’era e poteva perfino fare 3-2, si esce da Madrid con la consapevolezza di essere forti. Questa è una sconfitta che non fa male, ma autoconvince di essere sulla strada giusta. Il tabù del Maradona contro l’Inter è l’occasione delle occasioni che non va sprecato e ci si arriva con una dimostrazione di gioco importante e grande autostima. Ecco quindi che, ad oggi, il bicchiere è più pieno che vuoto".