Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / perugia / Nato Oggi...
Carlo Cudicini, dagli inizi col Milan al decennio (e oltre) in maglia BluesTUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
martedì 6 settembre 2022, 05:00Nato Oggi...
di Lorenzo Di Benedetto

Carlo Cudicini, dagli inizi col Milan al decennio (e oltre) in maglia Blues

Figlio d'arte, nato calcisticamente nel Milan, dopo diversi prestiti e pochissime apparizioni con la maglia rossonera, Carlo Cudicini nel '97 decise di rimettersi in gioco dal Castel di Sangro. Nel club giallorosso rimase 2 anni, fino al '99 quando Gianluca Vialli lo volle con sè al Chelsea. Arrivato come riserva, si guadagnò il posto da titolare nel giro di poche settimane. Nel 2002, a testimonianza della felice intuizione dello stesso Vialli, fu nominato miglior portiere della Premier League. Anche con Ranieri Cudicini mantenne i gradi di titolare, persi solo nel 2004-2005 con l'arrivo di José Mourinho e soprattutto Petr Cech. Nel 2009, dopo 10 anni, lasciò i Blues per passare al Tottenham, dove giocò per 4 stagioni. Chiuse la carriera nel 2013, dopo una stagione in MLS con la maglia dei Los Angeles Galaxy. In carriera il numero uno, londinese di adozione, ha vinto uno Scudetto, una Supercoppa italiana, due campionati inglesi, 3 Coppe d'Inghilterra, 2 Coppe di lega inglesi, due Community Shield e una Supercoppa UEFA. Oggi Carlo Cudicini compie 49 anni.

Sono nati oggi anche Daniele Carnasciali, Massimo Maccarone, Joseph Yobo, Mattia Valoti, Bertrand Traore, Sebastiano Luperto e Andres Tello.