Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / serie c / Il Punto
I Cannavaro come gli Inzaghi: la palestra di Vercelli e quel precedente ben augurante…TUTTO mercato WEB
giovedì 20 giugno 2024, 01:30Il Punto
di Nicolò Schira
per Tuttoc.com

I Cannavaro come gli Inzaghi: la palestra di Vercelli e quel precedente ben augurante…

Dev’essere l’aria delle risaie ma a Vercelli si respira un bel clima per gli ex calciatori che puntano a regalarsi un avvenire in panchina. La Pro, infatti, può diventare la palestra ideale per tanti giovani allenatori a caccia dell’occasione giusta per emergere. Negli ultimi anni almeno è stato così. Lo sa bene Alberto Gilardino, che proprio dal Piola ha iniziato a spiccare il volo fino a diventare oggi uno dei tecnici emergenti del calcio italiano. Il Campione del Mondo 2006 centrò una brillante salvezza alla guida delle Bianche Casacche, coniugando ai risultati sportivi la valorizzazione dei giovani. Aspetto che in C non è mai secondario per il sostentamento delle società. Nell’ultima annata anche Andrea Dossena è stato protagonista di un buon lavoro al timone della Pro, arrivando ai Playoff. Adesso il suo posto potrebbe essere preso da un suo ex compagno di squadra ai tempi del Napoli.

Quel Paolo Cannavaro che dell’allora terzino sinistro era il capitano. Il fratello d’arte potrebbe mettersi in proprio dopo le esperienze da vice nello staff del fratello maggiore Fabio. La Pro Vercelli potrebbe rappresentare per Paolo Cannavaro la grande occasione per lanciarsi nei professionisti come tecnico. L’ambiente giusto dove poter imparare e lavorare, sognando almeno in panchina di fare più carriera dell’illustre fratello maggiore. Un po’ come accaduto con gli Inzaghi: Pippo dominava in area di rigore, ma da allenatore è tutta un’altra storia. Il top player adesso è Simone. Succederà così anche coi Cannavaro? La tappa di Vercelli - qualora il classe 1982 dovesse accettare la proposta - potrebbe in tal senso rivelarsi molto indicativa per provare a far partire la scalata…