Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBeneventoBolognaCagliariCrotoneFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioMilanNapoliParmaRomaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBresciaCasertanaCataniaCesenaFrosinoneLatinaLecceLivornoMonzaNocerinaPalermoPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaSalernitanaTernanaTrapaniTurrisVeneziaVirtus Entella
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionali
tmw / spezia / Interviste
Ismajli si racconta: dal FC Prishtina alla Serie A con lo SpeziaTUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
mercoledì 17 febbraio 2021 13:15Interviste
di Daniele Izzo
per Acspezianews.it

Ismajli si racconta: dal FC Prishtina alla Serie A con lo Spezia

Lunga intervista concessa dal difensore albanese in esclusiva a Cittadellaspezia.com.

Dopo aver limitato Lukaku e Lozano nelle due precedenti uscite da titolare, Ardian Ismajli si è concesso il lusso di annullare un campione come Zlatan Ibrahimovic. Sabato sera contro il Milan la prestazione del centrale albanese, come quella di tutta la squadra, ha rasentato la perfezione. Ecco le sue parole, rilasciate in esclusiva a Cittadellaspezia.com

Ismajli fu vicino alla Serie A già nella scorsa stagione, ma l'Hajduk Spalato non lo fece partire. Oggi si gode lo Spezia e l'obiettivo è solo uno, mantenere la categoria con la maglia dello Spezia: «Ero già stato vicino all'Italia - racconta - ma l'Hajduk Spalato non mi aveva lasciato andare. Il direttore Meluso mi seguiva da tempo, mi voleva portare già a Lecce nel gennaio 2020: allora fu Igor Tudor a bloccare la mia cessione, perché volevano raggiungere la Champions League e mi riteneva fondamentale. I cinque grandi campionati europei li guardavo tutti. Amavo molto la Bundesliga, ma da difensore volevo la serie A. Mi sono detto: se ce la fai qui, allora ce la puoi fare ovunque. E adesso ci voglio rimanere con lo Spezia».

Il percorso nel Golfo dei Poeti, però, non è iniziato nel migliore dei modi: «Ricominciare è sempre difficile. Ho giocato la mia prima partita a dicembre contro l’Inter. Sai, in Croazia ci sono tre o quattro squadre di livello mentre le altre avversarie sono più abbordabili. In Italia di avversari semplici non ne esistono» - ha detto il centrale albanese.

Non sono certamente semplici Lozano, Lukaku e Ibrahimovic: «Tutti e tre sono fortissimi - ammette Ismajli - tre giocatori con caratteristiche diverse. Lozano è velocissimo, Ibrahimovic ama ricevere il pallone tra i piedi, Lukaku in progressione è devastante. Soprattutto gli ultimi due, sono autorevoli sia fisicamente che mentalmente. Ma se rimani concentrato, se ti sei preparato a dovere, allora sai sempre cosa fare. Se poi tutta la squadra fa la prestazione, come è successo allo Spezia, allora questo ti aiuta molto».

Contro il Milan è arrivata realmente la prestazione di tutta la squadra: «Sono emozioni che non si possono spiegare. Nessuno se lo sarebbe aspettato e forse anche questa è stata la nostra forza» - ha concluso Ismajli.

TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246

Copyright © 2000-2021 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000