HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
  HOME tmw » turris » Editoriale
Cerca
Sondaggio TMW
Inter, Sanchez ko: fiducia a Esposito o ritorno sul mercato?
  Avanti con Politano, Lukaku e Lautaro Martinez: sono più che sufficienti alle esigenze di Conte
  Occhi sul mercato, sia quello degli svincolati che invernale
  Fiducia al giovane Esposito: sarà lui a completare la batteria di attaccanti nerazzurri

Focus sul girone G - La griglia di TT: Turris, Latina, Trastevere e Latte Dolce per la C. Il Muravera la possibile outsider…

30.08.2019 06:22 di Vincenzo Piergallino    per tuttoturris.com   articolo letto 52 volte

Esordio imminente per la Turris, che dopo sei anni tornerà a misurarsi nel girone laziale. Un raggruppamento tutt’altro che agevole, ma semplicemente con peculiarità diverse rispetto a quello pugliese e siciliano, come i corallini hanno potuto constatare appunto per esperienza diretta durante la gestione Moxedano. Un girone forse anche più tecnico rispetto agli altri due, ma oggettivamente meno insidioso dal punto di vista ambientale. Insomma, per la Turris sicuramente non sarà il girone più facile ma potrebbe rivelarsi quello più congeniale per la fisionomia del team di Fabiano, brevilineo e di qualità, votato alla costruzione del gioco piuttosto che alla “distruzione” dello stesso, doti che l’anno scorso non sempre potevano essere sfruttate al massimo sui campi pesanti e spelacchiati della Sicilia.

LA LOTTA AL VERTICE - Per quanto concerne la griglia di partenza, in pole position c’è sicuramente la Turris, che ha reso ancor più assortito un organico che già l’anno scorso aveva raggiunto grandi risultati. Ma sono almeno tre le compagini che proveranno a contendersi il primato con i corallini.

In primis il Latina, che in organico vanta vari elementi con lunghi e importanti trascorsi tra i Professionisti, come il capitano Ranellucci, il brasiliano Cazé, l’ex Bari Galasso, il fantasista Corsetti, l’ex Palermo Sanseverino e lo stesso Cunzi, voglioso di riscatto dopo un’annata deludente proprio con la Turris. L’incognita è rappresentata dall’età media della rosa un po’ alta, ma l’esperienza e l’abitudine a vincere non mancano di certo. In attacco invece c’è la scommessa Cardella, autore lo scorso anno di 19 reti con la maglia del Ladispoli.

Tra le favorite non si può non menzionare anche il Trastevere, che negli ultimi due anni ha sempre sfiorato il primato. Anche quest’anno l’ossatura della squadra è rimasta intatta, trascinata dall’esperto bomber Tajarol, dal mediano ex Turris Lucchese, nonché Lorusso e De Julis.

Candidato per il vertice anche il Latte Dolce, classica squadra sarda, finita quarta lo scorso anno ma che ha potenziato ulteriormente l’organico con alcuni elementi provenienti dalla C e in particolare dall’Arzachena, su tutti il centrocampista Nuvoli. Interessanti anche gli acquisti del fantasista Molino e del difensore ex Lanusei Andrea Congiu.

LE OUTSIDER - La sorpresa di turno potrebbe essere il Muravera, neopromossa che ha confermato gran parte della rosa che ha stravinto l’Eccellenza lo scorso anno, impreziosita da alcuni innesti di lusso dalla C come gli ex Arzachena Bonacquisti, Moi e Loi, senza dimenticare la presenza in avanti di un certo Giuseppe Meloni, esperto bomber ex Torres e Savoia, esperto in promozioni. Da tener d'occhio anche la Torres, che ha investito sul giusto mix tra giovani ed esperti del suo territorio.

LA LOTTA PLAY OFF – In lizza per un cammino di media alta classifica ci sarebbero Aprilia, Portici e Vis Artena. L’Aprilia in rosa vanta due ex serie A come Danilo Corvia e Ruben Olivera. La società ha rinforzato l’organico con l’ex Lanusei Esposito e l’attaccante Spanò, reduce da 19 reti in forza al Budoni. Inoltre i laziali vantano un parco under di tutto rispetto, dato che l’under 19 recentemente si è laureata Campione D’Italia.

Ambizioni importanti anche per il Portici, che può ripetere il cammino della scorsa annata culminato con lo storico traguardo dei playoff, avendo confermato quasi l’intera rosa di mister Chianese, aggiungendo pedine di categoria come gli ex Turris Albanese e Guarracino.

Vuole alzare l’asticella la Vis Artena, prossima avversaria della Turris, l’anno scorso finita ottava. Nelle ultime settimane sono arrivati elementi esperti e di qualità come il difensore Paolacci, il centrocampista Cericola e l’attaccante ex Lazio Delgado.

CENTRO CLASSIFICA E LOTTA SALVEZZA – Puntano ad una stagione senza grosse preoccupazioni l’Arzachena, ripartita dal fallimento con un progetto triennale; il Budoni, supportato dal bomber sempreverde Mauricio Villa e dal difensore ex Lanusei Bonu.

Rappresenta un’incognita invece il Lanusei: la compagine sarda, che l’anno scorso ha perso lo spareggio promozione con l’Avellino, ha subito una vera e propria rivoluzione, cambiando quasi interamente l’organico e puntando ancora sulla linea verde.

Ridimensionato il Cassino, l’anno scorso finito ai play-off. Programmi impostati sui giovani anche per Anagni, Ladispoli, Ostia Mare, Tor Sapienza e Nuova Florida.

Di seguito la griglia di Tuttoturris...

LOTTA PROMOZIONE – Turris, Latina, Trastevere, Latte Dolce.

LOTTA PLAY OFF – Aprilia, Portici, Vis Artena.

LE POSSIBILI OUTSIDER – Muravera, Torres.

CENTRO CLASSIFICA – Budoni, Arzachena.

LOTTA SALVEZZA – Cassino, Anagni, Tor Sapienza, Nuova Florida, Ladispoli, Ostia Mare.

INCOGNITE – Lanusei.


TUTTOmercatoWEB.com - Il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Turris

Le più lette
Scarica l'app ufficiale del Canale
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510