Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / atalanta / Serie A
Per la prima volta il Milan ha 7 centrocampisti su 7: le ipotesi tra Atalanta e NewcastleTUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
giovedì 7 dicembre 2023, 12:45Serie A
di Tommaso Bonan

Per la prima volta il Milan ha 7 centrocampisti su 7: le ipotesi tra Atalanta e Newcastle

Se da una parte il Milan continua a leccarsi le ferite in difesa per via dei numerosi infortuni, dall'altra - sempre a proposito di opzioni - quelle della mediana adesso abbondano: per la prima volta in stagione - sottolinea La Gazzetta dello Sport - Pioli potrà contare su 7 centrocampisti su 7. Il conto scende a 6 in Champions, competizione in cui Bennacer non può mettere piede fino agli eventuali ottavi: il suo recupero ha bruciato le previsioni di inizio stagione.

Bennacer non ha ancora i 90'
E così, se il trio per Newcastle è praticamente fatto — Musah, Reijnders e più avanti Loftus-Cheek —, quello anti-Atalanta richiederà qualche ora in più di riflessione. Perché Bennacer vuole "dare tutto, mangiare il campo, mangiare il pallone", come ha detto dopo il ritorno in campo con il Frosinone, e sarebbe l’uomo ideale nel 4-2-3-1, ma non ha ancora 90 minuti nelle gambe e Pioli lo doserà: il minutaggio aumenterà progressivamente, già a partire da sabato.


Il centrocampo anti-Atalanta
Ad affiancare Reijnders sarà uno tra Adli, Pobega e lo stesso Musah (Krunic, sempre più attratto dalle sirene turche per gennaio, è scivolato indietro). Ora che il reparto si è scrollato di dosso anche l’ultimo infortunio, Pioli vuole gestire le risorse con le rotazioni. Era nei piani da agosto, come del resto correre per scudetto e Champions.