HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
  HOME tmw » atalanta » Serie A
Cerca
Sondaggio TMW
Vi convince la scelta della Roma di ripartire da Fonseca?
  Si, è il tecnico giusto per rilanciare il progetto
  No, è un azzardo

Sassuolo, De Zerbi: "Onoriamo la stagione. Poi penseremo a migliorare"

25.05.2019 12:45 di Tommaso Maschio    articolo letto 2666 volte
Sassuolo, De Zerbi: "Onoriamo la stagione. Poi penseremo a migliorare"
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
In vista dell’ultima gara di campionato contro l’Atalanta il tecnico del Sassuolo Roberto De Zerbi ha tracciato un bilancio stagionale e guardato al futuro suo e della squadra: “Sono rimasti gli ultimi novanta minuti da onorare, come abbiamo sempre fatto anche se non sempre abbiamo giocato bene, ma vale per tutte. Vogliamo tenerci stretto il decimo posto in classifica, ma sappiamo che l’Atalanta verrà qui con motivazioni molto alte perché sono a un passo da un traguardo storico e faranno tutto il possibile per tagliarlo. - continua De Zerbi come riporta Tuttosassuolocalcio.it - Contro le squadre di Gasperini non c’è solo un problema da fronteggiare, ma ce ne sono tanti e dovremo essere bravi a tenere il campo dando il 100% in quest’ultima gara”.

Il presidente Squinzi ha detto che dovrebbe curare di più la fase difensiva
“Mi spiace non aver soddisfatto il nostro primo tifoso perché questo lavoro vuol dire cercare di rendere felici tutti. Io credo che la squadra abbia dato il massimo come partecipazione e voglia, anche se potevamo fare qualche punto in più. Vedrò di migliorarmi l’anno prossimo, cercare di arrivare più avanti e soddisfare il patron”.

Il suo futuro sarà ancora in neroverde?
“A me farebbe piacere rimanere, ma le cose si fanno in due. Ci incontreremo e ognuno farà le proprie richieste perché io ho qualche esigenza per migliorarci ancora in un campionato che sarà ancora più difficile di questo. La quota salvezza in questa stagione non si è alzata per caso, ma perché è aumentato il valore delle squadre in lotta”.

Come valuta la stagione che va per concludersi?
“Io sono ambizioso di natura, così come la società, ma cerco anche di essere realista. Per le prestazioni mostrate in campo potevamo fare di più, abbiamo lasciato qualche punto per strada e concesso troppi gol agli avversari quando abbiamo perso la testa. Forse ho concesso più fiducia di quella che avrei dovuto a qualche giocatore e in futuro sarò più cinico e netto nelle scelte perché voglio alzare il livello. La posizione finale poi dipenderà da tanti fattori perché a questo punto non tutte arrivano con le scarpe ai piedi, ma alcune indossano già le ciabatte. A me non sposta arrivare dodicesimo o tredicesimi, conta esserci salvati con anticipo a Firenze”.

Tornando al suo futuro. Ci sono stati contatti con altri club?
“Non mi ha chiamato nessuno ed essendo una persona seria se sto bene in un posto non è un’altra proposta che mi sposta da lì. Sono legato al gruppo che c’è qui, che mi ha dato soddisfazioni in campo e fuori anche nell’allenamento di ieri coi ragazzi che spingevano come se non si fosse a fine stagione”.

Capitolo mercato. Diversi vostri giocatori potrebbero dire addio
“Credo sia giusto che i giocatori che anno fatto bene abbiano l’ambizione di andare in un club più importante se c’è l’occasione. Se qualcuno dovesse partire dobbiamo pensarla non come un problema, ma una gratificazione. In entrata bisogna avere idee chiare e prendere giocatori funzionali alla squadra e all’ambiente. Demiral? A me hanno detto che resta e non ci sono possibilità che vada mia. Saremo comunque noi a decidere il da farsi, non le altre società”.

TUTTOmercatoWEB.com - Il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Atalanta

Le più lette
Scarica l'app ufficiale del Canale
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510