Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / bari / In Primo Piano
Iachini e le caratteristiche del suo Bari: "Organizzazione e grinta, devono migliorare gli automatismi"
giovedì 22 febbraio 2024, 16:10In Primo Piano
di Raffaele Digirolamo
per Tuttobari.com

Iachini e le caratteristiche del suo Bari: "Organizzazione e grinta, devono migliorare gli automatismi"

Il tecnico biancorosso Giuseppe Iachini, intervenuto in conferenza stampa, ha parlato del modulo: "Abbiamo preparato qualche alternativa, i moduli sono tutti giusti e tutti possono essere sbagliati. Conta l'atteggiamento e la personalità che la squadra porta in campo, in questo voglio vedere crescita. Due partite di fila? Sono abituato a pensare una gara per volta".

Iachini ha proseguito: "Siamo ancora in fase di studio e di apprendimento, sono convinto che possiamo migliorare molto. Stiamo lavorando in maniera costante, dobbiamo continuare a battere perché l'unica strada che conosco è quella del lavoro, della ripetizione dei concetti e delle situazioni. Oggi abbiamo bisogno di un attimo in più per capire gli automatismi e dove sono i compagni. Questo conta, non è un caso che fra i primi allenatori della B ci siano quelli che lavorano da più di un anno".

Sulle caratteristiche delle sue squadre: "Io ho fatto per una vita il mediano, in me vedono la caratteristica dell'allenatore grintoso, che trasmette determinazione ai suoi. Questo è vero, ma penso che il lavoro che stiamo facendo sia anche molto tattico, dell'organizzazione difensiva, della linea dei centrocampisti, dell'organizzazione e del gioco di squadra, sulla quale stiamo lavorando dall'inizio. Se non hai la mentalità giusta diventi sparagnino, e invece di vincere pareggi. Ho costruito le vittorie non solo sulla determinazione, ma anche con l'organizzazione, ciascuno deve scendere in campo sapendo cosa fare".

Ancora sul tema: "Se non dai atteggiamento e mentalità alla squadra, questa non la prende da sola. Ma al tempo stesso serve compattezza per non prestare il fianco all'avversario, per questo ho chiesto ai ragazzi apprendimento perché serve diventare il miglior attacco e la miglior difesa, aggiungendo personalità, senza subire fattore ambientale o pressioni. Sono arrivato a Bari con grande entusiasmo, perché fa parte del mio lavoro".