Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / bari / In Primo Piano
Polito in bilico, il ds ai raggi x: i top e flop dei suoi mercati in biancorosso
mercoledì 29 maggio 2024, 17:00In Primo Piano
di Alessio Bonavoglia
per Tuttobari.com

Polito in bilico, il ds ai raggi x: i top e flop dei suoi mercati in biancorosso

La posizione di Ciro Polito non è mai stata così in bilico: nonostante la salvezza raggiunta dal Bari, il direttore sportivo potrebbe non rinnovare il contratto in scadenza il 30 giugno 2024 e salutare i biancorossi dopo tre stagioni. In questi tre anni, tra Serie C e Serie D, il ds ha messo a segno dei colpi da novanta che hanno fatto le fortune dei galletti, ma anche degli innesti che si sono rivelati totalmente sbagliati. Ecco gli acquisti top e gli acquisti flop dell'era Polito a Bari.

TOP - Nel corso del suo primo anno da direttore sportivo, col Bari che aveva l'obiettivo di vincere la Serie C per tornare in Serie B, Polito prende un attaccante italo-marocchino in prestito con diritto di riscatto dal Parma: si tratta di Walid Cheddira. Il primo anno, in C, segna 6 reti, ma è nell'anno in B che il centravanti fa faville, con ben 22 reti e 7 assist tra campionato e coppa. 

Nell'estate del 2022, in prestito dal Napoli, Polito fa tornare al San Nicola una vecchia conoscenza: Michael Folorunsho, reduce da una stagione non indimenticabile tra Pordenone e Reggina. Il centrocampista si rivela una pedina fondamentale per Mignani, mettendo a referto ben 9 gol e 2 assist in tutte le competizioni.

Sempre nell'estate 2022, il ds affida la porta della squadra ad un giovanissimo classe 2001, che in carriera aveva avuto esperieza nelle giovanili del Chievo e del Leeds ed in Serie C con la Pro Patria: Elia Caprile. L'estremo difensore si rivelerà uno dei migliori portieri del campionato, risultando decisivo in più di un'occasione.

FLOP - Non tutti gli acquisti, però, portano ciò che ci si aspetta. L'esempio più lampante è Aurelien Scheidler, arrivato a fine mercato del 2022 dal Digione per una cifra pari a 2 milioni di euro. Il francese non ha mai convinto durante la sua esperienza in biancorosso, con sole 3 reti messe a segno. Dopo un solo anno è stato mandato in prestito all'Andorra, in seconda divisione spagnola, ma anche lì non è stato fortunato: 4 gol e retrocessione.

Arrivato come l'erede di Caprile, Brenno ha di certo deluso le aspettative. 500 mila euro di prestito (con diritto di riscatto) dal Gremio, portiere con una medaglia d'oro alle Olimpiadi, in questa stagione non ha dimostrato tutto il suo valore, tanto da essere scavalcato da Pissardo nelle ultime, decisive, partite dell'anno.

Anche il terzo flop arriva dall'estero: si tratta di Malcolm Edjouma, centrocampista che avrebbe dovut sostituire Folorunsho per caratteristiche fisiche in mezzo al campo. Due gol, pochi acuti e tanta panchina, per un giocatore che ha fatto molta fatica ad inserirsi. Anche per lui, prestito oneroso con un diritto di riscatto che difficilmente verrà esercitato.