Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / bologna / Nato Oggi...
Carlo Ancelotti, le Champions con il Milan e la Decima: poi la DecimocuartaTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
venerdì 10 giugno 2022, 05:00Nato Oggi...
di Lorenzo Di Benedetto

Carlo Ancelotti, le Champions con il Milan e la Decima: poi la Decimocuarta

Da calciatore ha avuto una bella carriera: tanti successi, con la Roma ma soprattutto con la maglia del Milan. Da allenatore, però, Carlo Ancelotti è entrato di diritto fra i migliori al mondo. Nato calcisticamente nel Reggiolo, dal '75 al '79 giocò nel Parma. In seguito fu acquistato dalla Roma, dove rimase fino al 1987, anno in cui arrivò la chiamata del Milan. In rossonero rimase fino al '92, anno in cui appese gli scarpini al chiodo. Dal '92 divenne vice di Arrigo Sacchi sulla panchina dell'Italia, nel '95-'96 la prima esperienza in un club con la Reggiana. Dal '96 al '98 guidò il Parma arrivando a centrare un secondo posto e il consecutivo piazzamento in Champions. Gli ottimi risultati convinsero la Juventus a puntare su di lui: a Torino rimase due anni, ma il feeling con la piazza non raggiunse i livelli sperati. I due scudetti sfuggiti fecero il resto e nel 2001 arrivò il passaggio al Milan. Gli otto anni rossoneri furono caratterizzati da grandissimi trionfi, in Italia ma soprattutto in Europa. Dal 2009 al 2011 guidò il Chelsea, poi un anno al PSG, due al Real Madrid in cui riuscì a portare a Valdebebas la storica Decima, la Champions League numero dieci nella storia delle merengues, e successivamente il Bayern Monaco, club che lo ha poi esonerato nell'ottobre 2017. Il suo palmarès è semplicemente straordinario: da giocatore ha vinto 4 Coppe Italia, 3 Scudetti, una Supercoppa italiana, 2 Coppe dei Campioni, 2 Supercoppa UEFA e 2 Intercontinentali. Da allenatore, come detto, ha fatto ancora meglio: uno Scudetto, una Coppa Italia, una Supercoppa italiana, un Community Shield, un Campionato inglese, una Coppa d'Inghilterra, un Campionato francese, una Coppa di Spagna, una Supercoppa di Germania, un Campionato tedesco, una Coppa Intertoto, tre Champions League, tre Supercoppa UEFA e due Coppe del Mondo per Club. L'estate 2018 la notizia che ha stupito tutti: il sì al Napoli. Ma i 18 mesi in azzurro non hanno lasciato ricordi indelebili. Poi l'addio e la firma con l'Everton, che ha guidato al decimo posto in Premier League, ma con la qualificazione alle coppe europee sfumata solo nelle ultime giornate. Poi, di nuovo la chiamata del cuore: ecco di nuovo il Real Madrid, con la conquista della decimocuarta Champions League. Oggi Carletto compie 63 anni.

Sono nati oggi anche Eugenio Bersellini, Laszlo Kubala, Attilio Tesser, Angelo Gregucci, David Platt, Bruno N'Gotty, Matuzalem, Vasilis Torosidis, Marco Andreolli, Vincent Laurini e Juan Jesus.