Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / cagliari / A tu per tu
…con Stefano AntonelliTUTTOmercatoWEB.com
mercoledì 14 settembre 2022, 00:00A tu per tu
di Alessio Alaimo

…con Stefano Antonelli

“Il mercato passato? C’è una continua lamentela da anni, non è neppure sbagliata. Sono i momenti della società, siamo un po’ insofferenti di quello che ci accade intorno. Forse è uno dei momenti più di insofferenza generale. Ma per quanto riguarda il calcio le operazioni sono state fatte. E mi sembra un campionato bello, equilibrato, che tutto sommato ha avuto un miglioramento”. Così a Tuttomercatoweb l’operatore di mercato Stefano Antonelli.

Ha trasferito Udogie al Tottenham per l’estate prossima. C’era davvero l’Inter?
“Che l’Inter fosse sul giocatore è vero. Ma era un’operazione dai connotati economici che l’Inter non riusciva a sostenere. Non era una pista percorribile. Anche se Ausilio ha creato i presupposti affinché potesse verificarsi la possibilità, così come la Juventus. Il Tottenham ha pagato 20 milioni più altri 6 di bonus quando si trasferirà”.

Con l’Udinese è un anno importante.
“Deve continuare a fare quello che sa fare. Il 28 novembre compirà vent’anni, deve proseguire il percorso di crescita come sta facendo. Lo scopo di rimanere un altro anno in Italia è stato più del Tottenham”.

Mandragora-Fiorentina, come è nata?
“Un’operazione importante per come è stata costruita. Era il capitano del Torino, ma i granata avevano altre esigenze sul piano pratico. Dovevano ancora vendere Bremer. La Fiorentina ha fatto un blitz con la Juve e realizzato un’operazione importante. Quando arriva la Fiorentina è normale prendere in considerazione l’offerta. Magari il Torino in seguito avrebbe chiuso l’accordo, ma la Fiorentina è stata più veloce”.

Che succede alla Juve?
“Che la Juve non stia facendo un calcio da Juve non lo scopro io. Si sta cambiando ciclo. Vlahovic è straordinario ma è un 2000, sta diventando un top player. Il centrocampo è nuovo, è cambiato tanto. Completa, la Juve è tra le principali pretendenti per lo Scudetto”.

Su chi punta per la vittoria finale?
“Punto sulle due milanesi e sulla Juve. Il Napoli è bello da vedere ma ha cambiato tanto, lo vedo leggermente dietro”

Di chi è stato il mercato migliore?
“Il Milan ha fatto qualcosa di importante, la Juve ha usato le idee e poi direi Fiorentina e Napoli. I viola non stanno trovando i gol di Jovic e Cabral, ma i frutti si vedranno”.