Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / cagliari / Serie B
Serie B, il Giudice Sportivo: 2 giornate a Collocolo e 1 a Bucchi. Altri 8 fermati per un turnoTUTTOmercatoWEB.com
martedì 15 novembre 2022, 18:19Serie B
di Tommaso Maschio

Serie B, il Giudice Sportivo: 2 giornate a Collocolo e 1 a Bucchi. Altri 8 fermati per un turno

Nessuna stangata all’Ascoli, come temeva il club marchigiano dopo le vibranti proteste in campo e fuori al termine della gara contro il Frosinone. Il Giudice Sportivo di Serie B, in base alle risultanze arbitrali dell’ultimo turno, ha squalificato per due giornate Michele Collocolo “per avere, al 3° del secondo tempo, contestato una decisione arbitrale, rivolgendo al Direttore di gara un'espressione irriguardosa”. Un turno di stop anche per il tecnico Cristian Bucchi “per avere, al 26° del secondo tempo, contestato con veemenza una decisione arbitrale, rivolgendo al Direttore di gara parole irrispettose; infrazione rilevata dal Quarto Ufficiale”, mentre il presidente Carlo Neri è stato multato di 5mila euro “per avere, al termine della gara, nel tunnel che adduce agli spogliatoi, contestato l'operata dell'Arbitro rivolgendo a quest'ultimo”. Pesante invece la multa al club: 20mila euro “per avere omesso di impedire, al 26° del secondo tempo, l'ingresso nel recinto di giuoco di due persone non autorizzate che, arrivando in prossimità del terreno di giuoco, contestavano con atteggiamento intimidatorio ed espressioni gravemente ingiuriose l'operato arbitrale costringendo, pertanto, l'Arbitro ad interrompere la gara per circa un minuto e mezzo, reiterando tale atteggiamento anche al termine della gara all’interno degli spogliatoi; per avere inoltre suoi sostenitori, nel corso del secondo tempo, intonato ripetutamente un coro insultante nei confronti del Direttore di gara; per avere infine, al termine della gara, lanciato nel recinto di giuoco tre bottigliette di plastica una delle quali colpiva un calciatore della squadra avversaria causandogli momentaneo dolore; sanzione attenuata ex art. 29, comma 1 lett. b) CGS, e altri 5000 euro “a titolo di responsabilità diretta per il comportamento tenuto al termine della gara dal proprio Presidente”.

Per quanto riguarda le altre squadre una giornata di squalifica per Patryk Peda e Andrea La Mantia (Spal), Andrea Vallocchia (Cosenza), Arturo Calabresi (Pisa), Giorgio Cittadini (Modena), Dela Ridgeciano Haps (Venezia), Mattia Maita (Bari) e Ivan Marconi (Palermo).

Multate poi altre tre società e il presidente della SPAL Joe Tacopina (5mila euro per avere, al termine della gara, mentre l'Arbitro usciva dal terreno di giuoco, contestato veementemente quest'ultimo indirizzandogli espressioni ingiuriose):
Ammenda di € 12.000,00: alla Soc. PALERMO per avere suoi sostenitori, all'inizio del secondo tempo, lanciato nel recinto di giuoco un petardo che esplodeva vicino a due steward causandone lo stordimento; per avere inoltre, al termine della gara, lanciato nel settore occupato dalla tifoseria avversaria un petardo ed una bottiglietta di plastica semipiena; sanzione attenuata ex art. 29, comma 1 lett. b) CGS.
Ammenda di € 5.000,00: alla Soc. SPAL a titolo di responsabilità diretta per il comportamento tenuto al termine della gara dal proprio Presidente.
Ammenda di € 3.000,00: alla Soc. VENEZIA a titolo di responsabilità oggettiva, per avere propri raccattapalle rallentato, nel corso della gara, la regolare ripresa del giuoco.