Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniRisultati
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBeneventoBolognaCagliariCrotoneFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioMilanNapoliParmaRomaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBresciaCasertanaCataniaCesenaFrosinoneLatinaLecceLivornoMonzaNocerinaPalermoPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaSalernitanaTernanaTrapaniTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionali
tmw / casertana / Serie C
La Regione Umbria apre i palazzetti ma no gli stadi: il Gubbio non ci sta. La nota del clubTUTTOmercatoWEB.com
© foto di Luca Marchesini/TuttoLegaPro.com
martedì 06 ottobre 2020 22:32Serie C
di Claudia Marrone

La Regione Umbria apre i palazzetti ma no gli stadi: il Gubbio non ci sta. La nota del club

Riportiamo di seguito il comunicato ufficiale del Gubbio, firmato dal presidente Sauro Notari e dal Dg Giuseppe Pannacci, in riferimento al "no" della Regione Umbria per la disputa a porte (parzialmente) aperte del match contro l'Arezzo:

"È con grande rammarico che comunichiamo ai nostri tifosi l'impossibilità di giocare a porte aperte la gara di giovedì 8 Ottobre con l'Arezzo. Questa sera e con notevole ritardo il Cor Umbria ha pubblicato un comunicato alquanto generico nel quale "sconsiglia deroghe per la disputa di eventi dinamici e sportivi".
Questo nonostante altre Regioni abbiano dimostrato un coraggio ed un atteggiamento diverso, un rispetto verso società che investono decine di migliaia di Euro per la salvaguardia della salute dei propri tesserati, dipendenti e familiari.
In altri sport sono concesse deroghe che al calcio vengono negate, si giocano gare addirittura in palazzetti dello sport al chiuso e si nega l'ingresso in stadi all'aperto nonostante le società abbiano steso protocolli alquanto severi proprio per proteggere i propri atleti e limitare al massimo i rischi.
Un comunicato pervenuto in ritardo, che di fatto vieta e non sconsiglia l'ingresso vista la brevissima distanza temporale dalla gara e che impedisce alla nostra società e anche a Perugia e Ternana l'ingresso allo stadio a poche centinaia di persone.
Un accanimento sul calcio? Difficile dirlo, certamente non si tengono in minima considerazione esigenze di società che non incassano risorse ormai da tempo immemorabile e si vieta al consumatore finale, il tifoso, di assistere in assoluta sicurezza ad un evento sportivo.
Ne prendiamo atto a malincuore che questa Regione non ha avuto il coraggio di fronte alla nostra disponibilità di assumere una decisione dettata dal buonsenso che altre regioni hanno preso nonostante fortunatamente i contagi nel nostro territorio siano ben al di sotto di altre realtà nazionali.
Ai nostri tifosi non possiamo che riconfermare il nostro forte disappunto, noi abbiamo fatto veramente il possibile per permettervi di tornare al Barbetti".
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246
Aut. Lega Calcio Serie A e Serie B num. 53

Copyright © 2000-2020 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000