Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / cesena / Campionato
Serie C Girone B: date e (possibili) avversarie del Cesena Stars&StripesTUTTOmercatoWEB.com
Francesco Ghirelli
venerdì 10 giugno 2022, 12:00Campionato
di Gianluca Di Donato
per Tuttocesena.it

Serie C Girone B: date e (possibili) avversarie del Cesena Stars&Stripes

Inizierà domenica 21 agosto, con il primo turno eliminatorio di Coppa Italia, la stagione 2022/23. E’ questa una delle decisioni emerse al termine della riunione del Consiglio Direttivo svoltasi due giorni fa alla presenza del presidente di Lega Pro Francesco Ghirelli. Nel corso del Consiglio sono state fissate le altre date del calendario delle competizioni: il 28 agosto prenderà il via il campionato mentre l’ultima giornata della stagione regolare sarà disputata il 23 aprile 2023. I playoff avranno inizio il 30 aprile e termineranno con la classica doppia finale di andata e ritorno in programma il 4 e l’11 giugno 2023. E soprattutto non ci sarà lo stop Mondiale di un mese e mezzo come faranno presumibilmente le leghe maggiori (e questa cosa potrebbe giovare al brand Lega Pro per visibilità ed accrescimento del movimento).

Ghirelli ha anche detto qualche data da cerchiare in rosso sul vostro calendario del cellulare: 22 giugno e 19 luglio. Il 22 giugno le società aventi diritto devono presentare la domanda di iscrizione al prossimo torneo. Questa è formata da vari “fascicoli” e sono: la fidejussione di 350mila euro, la quota di partecipazione di 55mila euro e la quota associativa di 5mila alla Lega Pro, il pagamento in regola degli emolumenti (stipendi giocatori e staff) e quello relativo all’Inps fino a maggio 2022 e in ultimo il pagamento delle pendenze con l’erario fino a febbraio di quest’anno. Raccolta tutta questa documentazione, la CoViSoc darà l’ok o la bocciatura ad ogni singolo club. Il 19 luglio, invece, le società retrocesse dalla C e le vincenti dei playoff di Serie D potranno presentare domanda per eventuali ripescaggi ed ammissioni. Infine, si passerà alla creazione dell’organico definitivo delle 60 partecipanti e la composizione dei gironi ufficiali.

La stagione 2021-22 sta andando in archivio proprio in questi giorni con la finale playoff tra il Padova ed il Palermo (andata 1-0 siciliano all’Euganeo) che decreterà chi raggiungerà SudTirol, Modena e Bari in cadetteria. Ma qualche informazione interessante filtra dagli uffici fiorentini della Lega Pro: la suddivisione sarà come quest’anno orizzontale (nord, centro, sud) e non verticale come fu nel primo anno di professionismo dopo il fallimento (nord/centro ovest, nord/centro est e sud). Il girone in cui saranno posizionati i bianconeri, che avranno il dovere di provare a vincere visto il progetto biennale americano, sarà a forte trazione romagnola e toscana. Ci saranno le tre new entry Rimini, San Donato Tavernelle (società a sud di Firenze che si affaccia per la prima volta al professionismo) e la Recanatese che ai tempi neanche tanto lontani di Angelini, Alessandro e GR9 riuscì a battere i bianconeri sia all’andata che al ritorno (ma ci riuscì anche il Pineto). Queste prenderanno il posto delle retrocesse Pistoiese, Fermana e Grosseto più il Modena che è volato al piano superiore. Per una motivazione più di soprannumero che geografica, ci saranno due importanti novità: Piacenza e Fiorenzuola saranno trasferite dal girone settentrionale in quanto, al netto di fallimenti e ripescaggi, ci saranno Novara, San Giuliano City ed Arzignano (promosse dalla Serie D) più Alessandria, Vicenza e Pordenone (tutte scese dalla B). Cosi abbiamo 5 formazioni emiliano-romagnole (Cesena, Reggiana, Imolese, Piacenza e Fiorenzuola) e 6 toscane (Siena, Montevarchi, Carrarese, San Donato Tavernelle, Lucchese e Pontedera). Le Marche saranno rappresentate da 4 club (Ancona, Vis Pesaro e Recanatese e Rimini) e l’Abruzzo da 2 (Pescara e Teramo). Il Gubbio terrà alto il blasone della terza serie dell’Umbria e l’Olbia lo farà per la Sardegna. E siamo arrivati a 19 formazioni ai nastri di partenza.

Per l’ultima c’è da fare un ragionamento strettamente legato alla finale playoff. Se il Palermo andrà in cadetteria, la ligure Virtus Entella rimarrà nel girone centrale con lo spostamento al sud della Viterbese, al contrario, se in B ci finirà il Padova, i liguri saranno spostati nel girone A (dove sono sempre stati tranne quest’anno) e la Viterbese rimarrà al suo posto a battagliare con i bianconeri. Molto difficile, infine, che le 2 laziali (appunto Viterbo e Monterosi) finiscano assieme nel girone centrale, a meno di fallimenti estivi.

La lega Pro e la LND hanno stilato anche le classifiche per riammissioni e ripescaggi nel caso di questa eventualità (o certezza?): nella prima figurano in ordine Pistoiese, Fermana, Seregno, Giana Erminio, Paganese e Grosseto e nella seconda (sempre in ordine) i cugini del Ravenna, Lentigione, Poggibonsi, Cavese, Clodiense e Sanremese.

Ora passiamo alla parte dolente: le società a forte rischio iscrizione, chi per difficoltà e chi per problematiche varie. Se in Serie A non ci dovrebbero essere grossi problemi anche se l’indice di liquidità sta facendo venire brutti pensieri a 3 squadre e in Serie B sono ben note le situazioni di Reggio Calabria e Benevento (in quest’ultimo caso il presidente Vigorito pare stia tornando sui suoi passi dopo aver detto che non iscriverà i campani alla prossima B), in Serie C la situazione è ben più complessa: nel girone del Cesena ci sono 3 club a rischio (Teramo, Imolese e sorprendentemente il Siena che pare aver risolto negli ultimi giorni) e guardando anche agli altri gironi meritano di essere monitorate le posizioni di Pro Patria, Triestina, Messina, Potenza e Monterosi.

Ipotetico girone B: CESENA, Reggiana, Pescara, Ancona, Gubbio, Lucchese, Olbia, Carrarese, Vis Pesaro, Aquila Montevarchi, Siena, Pontedera, Teramo, Imolese, Piacenza, Fiorenzuola, Virtus Entella o Viterbese, Rimini, San Donato Tavernelle, Recanatese