Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / euro2024 / News
Graziani: "Non ho capito alcuni cambi di Spalletti con la Spagna"TUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
lunedì 24 giugno 2024, 17:00News
di Giacomo Principato
per Tuttoeuropei.com

Graziani: "Non ho capito alcuni cambi di Spalletti con la Spagna"

Intervistato da Il Giornale, l'ex attaccante Francesco Graziani ha commentato l'Italia impegnata a Euro2024 toccando diversi temi: "Siamo entrati in campo timorosi contro la Spagna, senza la determinazione di attaccare, ma con solo l'obiettivo di difendersi. La qualificazione dovremo conquistarla facendo tesoro dei tanti errori commessi. Non abbiamo mai reagito, tra le cause anche giocatori schierati fuori dalla zona naturale ricoperta nei propri club come Chiesa e Di Lorenzo".

Perché?
"Vedere un esterno d’attacco come Chiesa muoversi alla stregua di un mediano o di un terzino mi ha lasciato di perplesso. Di Lorenzo anche, ha occupato una posizione diversa da quella abituale. Allora sarebbe stato più coerente tatticamente far giocare Buongiorno".

Colpa di Spalletti?
"Luciano è un amico e un grande allenatore. Ma il ct della nazionale ha tempi stretti: deve gestire al meglio il capitale umano disponibile, esaltando le specifiche qualità dei singoli senza sturarle. Certe cose vanno dette... Quando dopo un’ora di gioco si è capito che non riuscivamo a tener testa agli spagnoli, io nei suoi panni avrei provato a cambiare strategia per invertire l’inerzia della partita. Invece zero assoluto. Senza contare che alcuni cambi non li ho proprio capiti".

Spalletti dice che Scamacca è 'pigro'.
"Scamacca è forte. Può fare di più ma finora non è stato messo nelle condizioni di farlo. Se Luciano lo considera pigro non doveva farlo giocare e neppure convocarlo. Se avesse giocato nella Spagna e Morata nell’Italia, le loro pagelle sarebbero state opposte: Morata avrebbe preso 4 e Scamacca 7".