Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / fiorentina / Notizie di FV
GORETTI SI LIBERA, GABBANINI ALTRA IDEA? IL PUNTO
mercoledì 22 maggio 2024, 22:00Notizie di FV
di Luciana Magistrato
per Firenzeviola.it

GORETTI SI LIBERA, GABBANINI ALTRA IDEA? IL PUNTO

L'era Goretti alla Fiorentina sta per cominciare. Il direttore sportivo umbro infatti stasera ha rescisso ufficialmente con la Reggiana con cui era legato da un contratto fino al 2025. Il club emiliano sul proprio sito ha scritto "AC Reggiana ringrazia sentitamente Roberto Goretti per il percorso fatto insieme. La Società e il direttore sportivo comunicano di avere trovato l’accordo per risolvere in modo consensuale il contratto in essere fra le parti, che avrebbe legato il dirigente al club granata fino al 30 giugno 2025. A Roberto gli auguri di tutto il mondo granata per le prossime sfide professionali che lo attendono". E la sfida professionale che lo attende è proprio quella viola, con Daniele Pradè che, dopo la morte di Joe Barone e l'addio del dt Nicolas Burdisso, vuole costruire una nuova squadra mercato. Il nome individuato tra diversi profili è stato quello appunto di Goretti già corteggiato nel 2021, a sottolineare la stima tra i due.

In una lista di nomi ipotizzati nelle ultime ore è emerso anche quello del fiorentino Leonardo Gabbanini che al momento non sembra però una strada percorribile per la Fiorentina. Quella tracciata dal club porta al ds umbro che a breve aspetta di mettere nero su bianco e difficilmente al momento i due appaiono come profili compatibili. L'ex allenatore delle giovanili viola, forte di un percorso quasi decennale all'estero partito al Watford (e di conseguenza dall'Udinese sempre dei Pozzo dove ha lavorato anche Pradè) e culminato con l'esperienza al Tottenham, prima con Paratici poi da solo, cerca un incarico di responsabilità nella scelta dei giocatori, magari in Italia dove ha avuto qualche sondaggio da altre società e dove lui tornerebbe certo volentieri.