Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / fiorentina / Serie A
LIVE TMW - Fiorentina, Pradè: "Su Brekalo abbiamo anticipato i tempi. Al Wolfsburg una percentuale"TUTTO mercato WEB
© foto di Giacomo Morini
venerdì 3 febbraio 2023, 14:35Serie A
di Dimitri Conti

LIVE TMW - Fiorentina, Pradè: "Su Brekalo abbiamo anticipato i tempi. Al Wolfsburg una percentuale"

13.55 - In conferenza stampa con gli ultimi acquisti della Fiorentina, Brekalo e Sirigu, si è presentato anche il ds viola Daniele Pradè.

14.00 - Inizia la conferenza, prende la parola Pradè. "Presentiamo gli ultimi arrivati, sono sicuro che Salvatore e Josip ci daranno mano e che staremo insieme a lungo. Saluto anche Sabiri, che sarà con noi da luglio. Siamo molto felici per questo. Comincio da Salvatore solo per anzianità, ci serviva uno così forte e d'esperienza. Ha girato il mondo, è stato bene e ha guadagnato, ora sta qua con noi".

Durante le risposte di Sirigu, è intervenuto: "Vi racconto un aneddoto, una sera era qui a Firenze con la nazionale ed era a cena con un compagno e c'eravamo pure io e Joe Barone. Abbiamo pagato il conto, ha un debito di riconoscenza (ride, ndr)".

Finito Sirigu, un'altra aggiunta: "Voglio salutare Gollini, siamo stati poco insieme ma è un portiere forte e bravo ragazzo. Idem Cerofolini: aveva la possibilità di andare a giocare ma ha capito le nostre esigenze. Saluto anche Zurkowski e Maleh". E Benassi, gli chiedono? "Il concetto è diverso, ci salutiamo ogni giorno, ci siamo già risentiti. È in prestito".

Interviene anche su Brekalo: "Ci siamo sentiti pure prima per tanto tempo. Anche prima del Torino...".

Terminati gli interventi dei due calciatori, tocca alle domande per Daniele Pradè. La prima sull'affare Brekalo: "Per tenere buoni rapporti con il Wolfsburg, abbiamo messo una percentuale sulla rivendita per loro. L'inseguimento è iniziato da quando è arrivato Italiano, che gioca 4-3-3. Portarlo qui subito è stato un anticipo sui mesi successivi, perché siamo sfortunati con gli esterni quest'anno".

Ci racconta di Sabiri?
"Facile, è stato un'opportunità di mercato: un giocatore forte con caratteristiche balistiche che non abbiamo e a un ottimo prezzo. È stata chiusa negli ultimi giorni ma ci siamo sempre seguiti, riteniamo l'operazione ben fatta".


Che commento sulle parole di Commisso?
"C'è poco da dire, un dirigente non commenta le parole del presidente. Non mi sembra abbia detto nulla di particolare se non ribadire alcune cose, ha una causa penale perché gli hanno dato di mafioso e ha voluto dimostrare che non lo è. Siamo una società sana e solida, siamo in semifinale con la Cremonese cioè le uniche due società ad opporsi alla norma salva-calcio. Le cose tornano indietro. E un presidente di un club è libero di dire ciò che pensa, l'ho ritenuto un intervento molto lineare e pulito, senza nulla di eclatante".

Avete mai cercato un attaccante?
"Mai in questo mercato. Le punte sono particolari, o ci credi o no, e questa cosa l'abbiamo già vissuta. Crediamo sia su Jovic che su Cabral: a numeri uno ha fatto 8 gol e l'altro 7 a metà campionato. E poi dico che abbiamo dei giocatori facilmente adattabili al ruolo: oltre a loro c'è Kouame, c'è Gonzalez. Non siamo scoperti in attacco, riteniamo di essere a posto. Migliorarsi a gennaio è sempre difficile, guardate quanto hanno speso in questo mercato le venti società di A e quanto la Fiorentina".

Come volete fare con i vari calciatori in scadenza al 2024 come Igor, Castrovilli, Amrabat...
"Vogliamo rinnovare tutti. Ora con calma ci siederemo a discutere. Biraghi ha un'opzione sul contratto, se raggiunge determinate presenze prolunga per un altro anno, sennò rimarrà com'è il suo contratto. Di Biraghi siamo contenti".

Ci racconta di Amrabat?
"L'ultimo giorno di mercato succedono tante cose. Ma passano in poche ore: il caso si è aperto alle 10 di mattina ed è finito a mezzanotte e uno. Il giorno dopo ha chiesto scusa, è un giocatore forte e un guerriero che ci darà mano. C'era stata chiarezza dalla società, nessuno sarebbe partito e i fatti l'hanno dimostrato. I problemi si risolvono sempre, sul Barcellona non rispondo che non c'è bisogno".

Come nasce il riscatto anticipato di Barak?
"Soprattutto dal voler tranquillizzare il ragazzo e da cosa ci ha mostrato in questi 6 mesi. Ha voglia di vestire a lungo questa maglia ed è bello avere ragazzi così seri nella tua società. Antonin ha conquistato tutti, è uno pulito. Non è un crack, è vero, ma per l'intelligenza che ha può giocare in ogni squadra. E abbiamo anche risparmiato qualcosa sull'eventuale riscatto, è un affare che andava bene per tutte le parti".

14.35 - Termina la conferenza stampa.