Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / fiorentina / Serie A
Torino-Fiorentina, Sala a RFV: "Buongiorno e Ricci simboli granata. Belotti colpo europeo"TUTTO mercato WEB
giovedì 29 febbraio 2024, 15:15Serie A
di Tommaso Bonan

Torino-Fiorentina, Sala a RFV: "Buongiorno e Ricci simboli granata. Belotti colpo europeo"

Patrizio Sala a Radio Firenze Viola
00:00
/
00:00
Patrizio Sala, allenatore e doppio ex di Torino e Fiorentina, ha detto la sua sul match di dopodomani tra i granata e i viola intervenendo a Radio FirenzeViola. Ecco alcune delle sue riflessioni in merito: "Sarà una partita bellissima, tra due squadre aggressive. La Fiorentina sta meglio, almeno sotto l'aspetto motivazionale, mentre il Torino ha fatto buone prove con le romane ma non ha raccolto nulla. I viola sono un po' più favoriti".

Di Belotti che idea si è fatto, alla luce delle prestazioni in viola?
"E' un giocatore molto motivato, che si pende sempre per finalizzare e per aiutare la squadra. Ha delle attitudini importanti, è forte di testa, calcia bene con entrambi i piedi. E' stato un innesto in chiave europea".

Quali giocatori apprezza maggiormente delle due squadre?
"Buongiorno e Ricci sono i due giocatori simbolo del Torino, anche perché sono gli unici italiani. Ci sono anche altri ottimi elementi nella rosa ma in ottica Nazionale sono gli unici due nomi papabili. Per la Fiorentina spendo volentieri il nome di Kayode".


Che campionato sta vedendo in ottica primi posti?
"Credo che Juventus, Milan, Atalanta, Fiorentina e Bologna siano squadre più o meno dello stesso livello. Che, subito dopo l'Inter, possono cioè giocarsi dal secondo al sesto posto. Le altre le vedo dietro, anche se il campionato è ancora lungo".

CLICCA SUL PODCAST PER ASCOLTARE L'INTERVISTA COMPLETA!