Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / fiorentina / Qatar 2022
Lewandowski tradisce la Polonia contro un Messico in palla. Lo 0-0 non scontenta nessunoTUTTOmercatoWEB.com
© foto di Uefa/Image Sport
martedì 22 novembre 2022, 18:58Qatar 2022
di Tommaso Maschio

Lewandowski tradisce la Polonia contro un Messico in palla. Lo 0-0 non scontenta nessuno

Finisce in parità la sfida fra Messico e Polonia con i centroamericani che si fanno preferire sul piano del gioco e i biancorossi che sprecano l'occasione migliore del match con il loro uomo più rappresentativo. Il pari però alla fine non scontenta nessuno.

Il Messico fin dai primi minuti cerca il gioco sulle fasce, in particolare quella destra presidiata da Lozano che al 4° mette un pallone pericoloso sul secondo palo che però Vega non aggancia. La Polonia invece, oltre ad appoggiarsi su Lewandowski, cerca di sfruttare i tagli delle mezzali con Zielinski che arretra per creare spazi e lanciarli in profondità. I pericoli maggiori, se così si può dire visto che i due portieri restano inoperosi nei primi 15’, arrivano però dai calci piazzati con i saltatori delle due squadre che però non inquadrano la porta. La gara fatica a decollare, con il Messico che ha maggior possesso palla, ma si scontro contro due linee molto strette e praticamente nove uomini dietro la linea della palla.

OCCASIONI MESSICO - I centroamericani però quando accelerano fanno male: al 25’ Herrera va al cross dalla destra per Vega, il numero 10 colpisce di testa cercando il secondo palo col pallone che però finisce di poco sul fondo; poco dopo è Gallardo ad affondare in area, con Szczesny che però è bravo a chiudere in uscita. La Polonia non riesce a reagire e dare palloni giocabili a un Lewandowski estremamente isolato e ben controllato dai centrali messicani. Sempre il Messico pericoloso anche nel finale di gara con Sanchez che scambia con Lozano e va al tiro chiamando Szczesny alla respinta in corner.

OCHOA IPNOTIZZA LEWANDOWSKI - Il copione non cambia nella ripresa con il Messico che continua a fare la gara sfruttando soprattutto la catena di destra, mentre la Polonia continua a chiudersi per poi sperare in ripartenze che però non producono nulla. Il primo guizzo di Lewandowski arriva al 52’ con Moreno e Ochoa che però lo chiudono prima che Gallardo liberi l’area. L’arbitro viene richiamato però al VAR e concede il rigore ai biancorossi: dal dischetto va lo stesso Lewandowski che si fa ipnotizzare da Ochoa che si distende e respinge il tiro tenendo fermo il risultato sullo 0-0.

MESSICO SEMPRE PADRONE DEL CAMPO - La risposta del Messico arriva poco dopo l’ora di gioco con Martin che devia di testa un tiro dalla distanza Alvarez provando a sorprendere Szczesny che però è attento e respinge in tuffo. È comunque sempre la squadra di Martino ad avere fra i piedi il pallino del gioco con la Polonia che si limita a difendere senza riuscire a innescare il proprio centravanti che appare sempre isolato. I cambi non mutano l’andamento della gara con la Tricolor che continua a guidare le operazioni e la Polonia che fatica a ripartire, ma di grandi occasioni non ne arrivano. Nel finale le due squadre si aprono maggiormente e si conta qualche occasione in più, anche se i due portieri non devono compiere interventi degni di nota.