HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
  HOME tmw » frosinone » News
Cerca
Sondaggio TMW
Chi è la favorita per la Champions 2018/2019?
  Barcellona
  Juventus
  Manchester United
  Liverpool
  Manchester City
  Ajax
  Porto
  Tottenham

MATUSA & DINTORNI – Parla il Sindaco Ottaviani “L’impianto di Corso Lazio verrà consegnato i primi di dicembre. Il Casaleno, nella prossima primavera…”

15.11.2014 12:00 di Alessandro Sarno    per tuttofrosinone.com   articolo letto 332 volte
MATUSA & DINTORNI – Parla il Sindaco Ottaviani “L’impianto di Corso Lazio verrà consegnato i primi di dicembre. Il Casaleno, nella prossima primavera…”
© foto di Federico Casinelli/Tuttofrosinone.com

Nella trasmissione Matusa & Dintorni, condotta da Roberto Monforte, Andrea Mastrantoni e Fabrizio Celani, andata in onda su le frequenze di Radio Day e Tuttofrosinone.com, è intervenuto il sindaco di Frosinone Nicola Ottaviani. Con il sindaco, si è parlato, di come sta procedendo l’iter, per la costruzione dello stadio Casaleno.

In prima battuta si è parlato dell’impianto di Corso Lazio: “L’impianto di Corso Lazio, che inizialmente doveva essere consegnato per la fine di ottobre, verrà consegnato per gli inizi di dicembre. Questo ritardo è dovuto a delle variazioni apportate nell’area spogliatoio della prima squadra. Avremo un unico grande impianto, che metà sarà a disposizione del Frosinone Calcio e metà per la gente del quartiere di Corso Lazio. Con questa operazione, stiamo cercando di rilanciare anche il profilo della socializzazione del quartiere, perché siamo sicuri che ad assistere gli allenamenti del Frosinone, non ci sarà solo i residenti del quartiere, ma tante persone appassionate e che hanno a cuore le sorti della squadra. Assistere agli allenamenti di una squadra di serie B, che al momento è ance ai vertici, credo che sia anche questo un evento”. Si passa alla questione burocratica dello stadio Casaleno: “Già la scorsa settimana, dopo un lavoro intenso e vi posso assicurare davvero complesso, portato avanti dagli uffici preposti, perché stiamo cercando di risparmiare un po’ in ordine alle progettazioni e alle procedure tecniche, quindi ci stiamo rivolgendo ai nostri uffici, è stato possibile effettuare già la pubblicazione delle forniture e porre in opera delle nuove gradinate. Ci saranno, circa 50 o 60 giorni, per l’effettuazione delle varie proposte e in base a quello andremo a verificare quale sarà la soluzione tecnica finale. Cioè stiamo portando avanti una procedura di gara aperta, con delle migliorie per quanto riguarda profili di natura strettamente tecnica e non solamente legati a quello che è l’importo a base di gara o l’importo come offerta. In altri termini, sarà data una valutazione alta, non soltanto a quelle che saranno le offerte migliori sotto il punto di vista della quantificazione economica, ma soprattutto a quelle che si riveleranno le offerte migliori sotto il punto di vista dell’estetica e del look dello stadio. Quindi, se ci dovesse essere qualche azienda che dovesse proporre, al Comune di Frosinone, la realizzazione sin da ora, delle semi curve, che collegano le due Curve (Nord e Sud), con i distinti, avrà sicuramente un punteggio più alto e sarà valutata in modo migliore dalla commissione aggiudicatrice”. Dopo aver parlato della realizzazione delle curve e dei distinti, il sindaco, si sofferma sulla tribuna: “Sulla tribuna esistente, abbiamo dovuto effettuare una serie di esami tecnici, in ordine alla cosiddetta Curva di Visibilità. La Lega Calcio prevede, che la gradinata abbia un’inclinazione con un determinato angolo. La particolarità della tribuna è che sia la zona bassa sia quella alta, hanno l’inclinazione richiesta, la fascia centrale, per alcuni gradi, non rientra nei parametri richiesti. Quindi abbiamo deciso di effettuare un lavoro particolare, che tra l’altro è stato già effettuato lo scorso anno a Cesena, ossia la rimodulazione della fascia di mezzo della tribuna, con l’installazione di alcuni elementi modulari in legno lamellare, che vanno a rendere più inclinato quello che è l’angolo di visuale. Facendo questa modifica, la tribuna potrà avere 4800 posti, che sommati ai 9000 circa degli altri settori, garantirà una stadio di circa 13000 posti. Ora bisognerà vedere se utilizzare tutti i 4800 posti, oppure limitarsi a sfruttare i 2500, per arrivare agli 11000 posti che richiede la Lega di serie B, per poi sperare che il Frosinone vada in serie maggiore, che non diciamo quale per scaramanzia e sbloccare anche gli altri posti della tribuna. Questo tipo di utilizzo, dobbiamo tener presente, che incide sugli spazi legati alle zone di rispetto fuori dallo stadio. Si intende che ogni qualvolta si aggiunge un posto in tribuna, serve un metro quadro in più all’esterno per le eventuali vie di fuga e per le zone di stazionamento. Quindi, se si volesse omologare subito tutta la tribuna, bisognerebbe fare degli investimenti notevoli all’esterno dello stadio per creare delle zone di rispetto. Quindi noi ci siamo prefissati una sorta di Work in Progress, consegnando una stadio alla città, che con gli anni possa avere delle migliorie. In settimana poi, è prevista la pubblicazione del secondo bando, per il montaggio della copertura della tribuna già esistente. Mentre, per i distinti, già è prevista la costruzione della copertura in metallo , contestualmente alla realizzazione del settore”. Il sindaco, ipotizza la data di consegna del nuovo stadio: “Noi, nella prossima primavera, dovremmo avere la struttura portante, ossia la struttura idonea a far giocare il Frosinone Calcio. Poi, in estate, andremo ad effettuare una serie di miglioramenti, anche grazie probabilmente alla partnership del Frosinone calcio, per le cosiddette opere calde. Noi comune, che siamo proprietari, siamo addetti alla costruzione della base. Il Frosinone calcio, avendo la possibilità di gestire eventualmente gli spazi accessori, come ad esempio i 1100 metri quadri nella pancia della tribuna, oppure l’esterno della tribuna centrale, con la realizzazione di centri ristorazione, fitness, tempo libero e museo di calcio del Frosinone, potrebbero essere coinvolti per la realizzazione di queste opere calde. La differenza tra opere calde e fredde è, che quest’ultima non da rientri di denaro, a differenza della prima che invece dà dei ritorni economici”. Infine, il primo cittadino, svela le ultime novità: “A fine dicembre, pubblicheremo una sorta di avviso, per l’intitolazione dello stadio, che nome dovrà avere la tribuna stampa ed anche gli altri settori, per delle dedicazioni. Per quanto riguarda la presentazione del progetto alla stampa e a i tifosi, la data verrà resa, solo dopo l’aggiudicazione alle ditte appaltatrici”. 


TUTTOmercatoWEB.com - Il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Frosinone

Le più lette
Scarica l'app ufficiale del Canale
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510