Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / inter / News
Lautaro, missione Genoa: quella rossoblù è l'unica squadra a cui il Toro non ha mai segnatoTUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
lunedì 4 marzo 2024, 09:33News
di Adele Nuara
per Linterista.it

Lautaro, missione Genoa: quella rossoblù è l'unica squadra a cui il Toro non ha mai segnato

Di solito il problema per un toro è il colore rosso. Invece quello del Toro, in maiuscolo, chiamato Lautaro Martinez, è il colore rosso e blu. Il capitano nerazzurro punta il Genoa, avversario dell'Inter stasera a San Siro, per cambiare quello zero relativo ai gol messi a segno, l'unica squadra, relativamente alle 19 avversarie di questo campionato, contro cui Lautaro non ha mai segnato.

Se serviva una motivazione per il Toro nerazzurro, eccola qui. Ma, come riporta La Gazzetta dello Sport, di motivazioni ne ha già troppe: "Lo scudetto della stella con la fascia al braccio da capocannoniere con il record di gol in un solo campionato: provate a leggerlo così, senza punteggiatura e senza respiro, tutto d’un fiato. Fa paura persino a metterli in fila, tutti questi obiettivi. Lautaro vuole tutto e non è un modo di dire".

L'argentino non vuole fermarsi e contro il Genoa vuole sfatare il tabù rossoblù e avvicinarsi ancora di più al record di gol di Immobile e Higuain: "Il Toro è una sentenza, 23 centri in 24 presenza, una gioia ogni 85 minuti: praticamente con lui titolare si parte da 1-0. Bello avere uno così. Bello tenerselo stretto, al punto di arrivare a gratificarlo con un rinnovo di contratto fino al 2028 da 8 milioni a stagione più ricchi bonus, molti dei quali legati anche agli introiti che i suoi stessi gol garantiscono al club. Do ut des, dicevano i latini. Mica sbagliavano. Occhio al rosso e al blu allora, stasera", conclude la rosea.