Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / inter / Primo piano
La Verità: "Saltata definitivamente la trattativa Pimco-Inter". Il club passa a Oaktree?TUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
venerdì 17 maggio 2024, 23:30Primo piano
di Marco Corradi
per Linterista.it

La Verità: "Saltata definitivamente la trattativa Pimco-Inter". Il club passa a Oaktree?

Sarebbe saltata definitivamente la trattativa tra l'Inter e il fondo Pimco per ottenere il nuovo finanziamento da 430mln con scadenza triennale, che sarebbe servito per saldare il debito con Oaktree e mantenere saldamente Steven Zhang alla guida del club almeno fino al 2027, in attesa di nuovi sviluppi o di un'eventuale cessione del club alle cifre richieste dall'attuale proprietà (1.2 miliardi).

Stando a quanto riporta il quotidiano La Verità, in serata è arrivato quello che sembra lo step definitivo alla trattativa con Pimco, dovuto sia alle tempistiche ristrette che all'ostracismo di Oaktree a un accordo che avrebbe tagliato fuori il fondo creditore dalla trattativa. Ora gli scenari sono tutt'altro che rosei per Steven Zhang: a meno di una chiusura in extremis per un riscadenziamento-ponte con Oaktree, che prolungherebbe i giochi per uno-due anni con prospettive di cessione, il debito non verrebbe saldato. A quel punto, la società con sede a Los Angeles potrebbe procedere con l'escussione del pegno martedì 21 maggio.

L'Inter diventerebbe di Oaktree, "strappando" le quote a Steven Zhang e garantendo a Suning solo la differenza tra valutazione fatta in sede di trattativa (800mln) e quella attuale (1.2 miliardi). Qualora si dovesse verificare questo scenario, l'Inter potrebbe passare nuovamente di mano a stretto giro di posta: è convinzione comune che il soggetto statunitense, uno stress fund, non voglia mantenere il club e abbia già in pugno un acquirente che gli consentirebbe di monetizzare subito da una situazione inattesa.