HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
  HOME tmw » inter » Calcio femminile
Cerca
Sondaggio TMW
Corsa Scudetto: chi s'è rinforzato di più in difesa?
  L'Inter con l'esperienza di Diego Godin
  La Juventus con l'acquisto di De Ligt
  Il Napoli affiancando Manolas a Koulibaly

L'Italia scrive la storia: 2-0 alla Cina e quarti di finale conquistati

25.06.2019 19:58 di Tommaso Maschio    articolo letto 16750 volte
L'Italia scrive la storia: 2-0 alla Cina e quarti di finale conquistati
© foto di www.imagephotoagency.it
L'Italia di Milena Bertolini scrive la storia. Negli ottavi di finale le azzurre battono 2-0 la Cina e per la prima volta superano una fase a eliminazione diretta conquistando i quarti di finale dove troveranno una fra Olanda e Giappone (in campo alle 21:00). Decidono le reti di Valentina Giacinti nel primo tempo e Aurora Yaya Galli nella ripresa. Impeccabile la difesa italiana.

LE FORMAZIONI - Bertolini punta su Giacinti al centro dell’attacco con Bonansea e Girelli esterne libere di svariare su tutto il fronte. In mezzo al campo Bergamaschi preferita a Galli al fianco delle intoccabili Giugliano e Cernoia. Dietro tutto confermato con Guagni, Gama, Linari e Bartoli davanti a Giuliani. Tutto confermato nella Cina che schiera in avanti Li in coppia con la stella Wang Shanshan. A centrocampo Gu e Wang Shuan saranno le esterne con Wang Yan alò fianco di Zhang Rui in mezzo. In difesa Han e Liu esterne. Le asiatiche però potrebbero schierarsi anche con un 5-3-2 in fase di non possesso con Wang Yan che scalerebbe fra le due centrali difensive Lin e Wu. In porta confermatissima Peng.

RITMI ALTI E GIACINTI IN GOL - Le due squadre fin dai primi minuti si affrontano a viso aperto e giocando su ritmi alti cercando di trovare i varchi giusti nella metà campo avversaria per fare male. Le occasioni nei primi minuti latitano con l’Italia che si fa leggermente preferire riuscendo ad andare anche in gol al 10° con Giacinti che però parte in posizione irregolare. Gol annullato e gara sempre in parità, ma primo spavento per le asiatiche. La numero 19 tre minuti dopo fa le prove generali del gol su un pallone regalatole da Han col pallone che finisce a lato. Al 15° l’Italia sblocca la gara con un’azione iniziata e finalizzata proprio da Giacinti: la numero 19 recupera un pallone sulla destra e avvia l’azione servendo Bonansea, filtrante della 11 per Bartoli che anticipa Peng, venendo travolta dal portiere cinese, e serve Giacinti che da due passi non sbaglia anticipando la difesa e mettendo la palla in fondo al sacco.

LA CINA ALZA I RITMI - La Cina dopo lo svantaggio alza il ritmo e prova a riversarsi nella metà campo azzurra, ma soffre il pressing delle calciatrici italiane e fatica a trovare azioni davvero pericolose negli ultimi 20 metri anche per merito dell’attenta difesa azzurra. La prima conclusione arriva al 28° con Wang Yan che calcia al volo dal limite impegnando Giuliani alla parata sotto la traversa. Il pericolo scuote le azzurre che vanno per due volte vicine al raddoppio: prima Giacinti viene fermata in fuorigioco, poi è Peng a superarsi su Bergamaschi. La Cina appare comunque più padrona del campo e cinge spesso d’assedio l’area italiana pur senza superare la muraglia eretta da Linari e Gama in mezzo. L’Italia soffre molto sopratutto in mezzo al campo e probabilmente anche per questo la ct Bertolini toglie Girelli, non in grande giornata, per inserire Galli e dare maggiore solidità in mezzo al campo. Nonostante la mole di gioco la Cina crea pochi pericoli, giusto un palo in collaborazione Li-Wang Shanshan con la seconda pescata in fuorigioco e qualche tiro da posizione angolata ben bloccato dalla difesa azzurra.

RADDOPPIO ITALIA - L’Italia entra con un altro piglio rispetto al finale di primo tempo e si vede subito. Dopo 5 minuti infatti arriva il raddoppio azzurro con Galli, servita da Guagni, che dalla distanza calcia in diagonale battendo Peng sul palo lungo. La Cina fatica a creare grandi occasioni in questa ripresa e quando trova lo spazio per il tiro sbatte contro il muro alzato dalle azzurre. La Cina fa la partita, ma l’Italia non sta a guardare e prova a ripartire ogni volta che recupera palla anche se le azioni pericolose, da ambo le parti, sono rare in questa ripresa.

LA CINA GIOCA, MA NON TIRA - Nonostante le asiatiche abbiano il pallino del gioco in mano faticano a concludere in porta con efficacia. Un po' la difesa azzurra, un po' la scarsa fiducia nei propri mezzi (spesso si preferisce un passaggio in più al tiro in porta) rendono la vita più facile a Giuliani e alle azzurre che rischiano poco nonostante una Li in palle che però sbatte quasi sempre contro Linari. Nel finale è l’ìItalia a rischiare il tris con Giacinti prima e Giugliano poi che per poco non trovano la porta di Peng. Finisce così, dopo 4 minuti di recupero, con l’Italia che stacca il pass per i quarti ed eguaglia il miglior risultato della sua storia (Mondiali del 1991 quando però le squadre al via erano meno e non erano previsti gli ottavi).

Il tabellino:

Italia (4-3-3): Giuliani; Guagni, Linari, Gama, Bartoli; Bergamaschi (dal 63° Mauro), Giugliano, Cernoia, Bonansea (dal 71° Rosucci), Giacinti, Girelli (dal 39° Galli). A disposizione: Marchitelli, Pipitone, Fusetti, Boattin, Tucceri, Serturini, Sabatino, Tarenzi. Ct Milena Bertolini

Cina (4-4-2): Peng Shimeng 6,5; Han Peng 6, Lin Yuping 6, Wu Hayan 6, Liu Shanshan 5,5; Wang Shuan 6,5, Zhang Rui 5,5, Wang Yan 6 (dal 61° Yao Wei 5), Gu Yasha 6 (dal 45° Yang Li 6); Wang Shanshan 5 (dal 61° Song Duan 6), Li Ying 6,5. A disposizione: Xu Huan, Bi Xiaolin, Lou Jiahui, Li Jiayue, Wang Ying, Li Wen, Tan Ruyin, Lou Guiping, Liu Yanqiu. Ct Jia Xiuquan

Arbitro: Edina Alves Batista (BRA)

Marcatrici: 15° Giacinti (I), 50° Galli (I)

Ammonite:

Espulse:

TUTTOmercatoWEB.com - Il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Inter

Le più lette
Scarica l'app ufficiale del Canale Inter
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510