Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / juventus / Primo piano
Rampulla a RBN: "Giusto che la Juve abbia due portieri forti, ma le gerarchie siano chiare"TUTTO mercato WEB
giovedì 20 giugno 2024, 18:41Primo piano
di Alessio Tufano
per Bianconeranews.it

Rampulla a RBN: "Giusto che la Juve abbia due portieri forti, ma le gerarchie siano chiare"

L'ex portiere: "Il dualismo in quel ruolo può creare problemi. Il gioco dal basso? Peccato non fosse di moda ai miei tempi, mi ci sarei trovato benissimo"
rbn
"Michelangelo Rampulla (ex portiere Juve)" ospite a Terzo Tempo.
00:00
/
00:00

Ospite di "Terzo Tempo" su Radio Bianconera, l'ex numero 12 della Juventus Michelangelo Rampulla ha parlato di quelle che dovrebbero essere le gerarchie in porta in casa Juventus con l'uscita di Szczesny e l'arrivo di Di Gregorio dal Monza: "Io credo che se arriverà Di Gregorio i ruoli saranno ben definiti e sono d'accordo con l'idea di imporre gerarchie nette per quanto riguarda i portieri perchè il dualismo tra i pali può creare dei problemi. È giusto avere due portieri forti, ma è necessario che i ruoli siano ben chiari, fermo restando che come ultimo giudice c'è sempre il rendimento in campo". Szczesny dovrebbe salutare dopo sette stagioni in bianconero per chiudere la propria carriera in Arabia: "Ai sette anni di Szczesny in bianconero do un ottimo voto, è sempre stato un portiere molto affidabile, continuando la tradizione dei grandi portieri della Juventus. Se farà la scelta di andare in Arabia è chiaro che punterà a chiudere la propria carriera in un campionato con meno pressioni e che gli dia la possibilità di monetizzare, una scelta condivisibile se dovesse avere davvero questa possibilità".

Rampulla oggi ricopre il ruolo di preparatore dei portieri e parla di come il ruolo si è evoluto negli anni: "La costruzione dal basso purtroppo è arrivata troppo tardi per me, a me piaceva tanto giocare con i piedi e mi ci sarei trovato molto bene. Ai tempi del Varese di Fascetti mi toccava quasi fare il secondo libero...credo che sia un metodo in più per provare a fare uscire la squadra avversaria dalla propria metà campo. Questo nuovo concetto ha cambiato anche il lavoro di noi allenatori, premesso che per il portiere resta fondamentale parare, adesso anche in allenamento si lavora molto di più sulla tecnica con i piedi". Infine un commento sull'avvento di Thiago Motta sulla panchina della Juventus: "Solo il tempo ci dirà se sia stata la scelta giusta, di certo lui ha dimostrato di essere un ottimo allenatore, ma dovrà essere messo in condizione dalla società di fare il suo lavoro mettendogli a disposizione giocatori ad hoc".