Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / juventus / Serie A
Juve-PSG 1-2, le pagelle: Mbappé di un altro pianeta. Locatelli mai così bene, Bonucci è tornatoTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
giovedì 3 novembre 2022, 06:38Serie A
di Marco Conterio
fonte dall'inviato a Torino di Tuttomercatoweb.com

Juve-PSG 1-2, le pagelle: Mbappé di un altro pianeta. Locatelli mai così bene, Bonucci è tornato

Le pagelle della Juventus (di Marco Conterio)

Risultato finale: Juventus-PSG 1-2

Szczesny 6- Il tiro di Mbappé è degno delle migliori gallerie d'arte. Spettatore inerme, osserva abbagliato il dipinto del fuoriclasse francese. Prova ad allungare il piedone su Nuno Mendes: manca per una taglia di scarpino.

Gatti 5.5- Senza voler colpo ferire: il calcio dei campioni della Champions è fatto di livelli. Mbappé è all'ultimo piano, nell'Olimpo dei grandi e quando decide di segnare, quelli dei piani bassi dei mestieranti possono poco se non pregare e sperare.

Bonucci 6.5- L'esultanza, rabbiosa, in risposta alle ultime prestazioni: ingoia le critiche e stavolta le trasforma in energia positiva. Cresce nella ripresa: prestazione di grandissima autorevolezza. Di quelle d'un tempo.

Alex Sandro 6- Dalla sua s'allarga Messi mentre spinge poco Hakimi nel primo tempo sicché riesce a non avere gli incubi di Gatti. Sul raddoppio del Paris però sbaglia la posizione e tiene in gioco Nuno Mendes.

Cuadrado 5.5- L'assist in tuffo per Bonucci, lo smalto dei tempi migliori resta però sempre un ricordo. Tiene a bada Bernat, smarrisce Nuno Mendes in occasione del raddoppio parigino. (dall'89 Barrenechea sv)

Fagioli 6.5- Dopo la delpierata di Lecce, ha davanti un folletto come Vitinha che pare un gigante d'esperienza ma solo un anno in più dell'italiano. Però ha personalità, oltre che piedi educati e idee. Degno di una maglia pesante. (dall'89' Barbieri sv)

Locatelli 7- D'estate la Juventus ha preferito blindarlo davanti a offerte golose. Con Allegri è però finito al ruolo di alternativa ma quello visto oggi, col Paris, è degno di un posto centrale nel progetto bianconero. (dall'85 Soulé sv)

Rabiot 5.5- Davanti al suo passato, in una serata da antiche rivincite, finisce schiacciato e fuori dal gioco. Non riesce mai a inserirsi e l'impressione è che riesca a dare il suo meglio con due attaccanti di ruolo in campo a liberargli praterie.

Kostic 5.5- Parte che sembra la sua serata: puntuale, preciso, cattivo. Hakimi sempre in difficoltà, poi perde brio e incisività e pure i cross arrivano a tratti. E così, sempre più lento e meno preciso dalle parti dell'area avversaria.

Miretti 6- Prima della gara, Allegri lo aveva stimolato: deve essere più cattivo in fase di realizzazione. Ci ha provato ma il consiglio è andato perduto. Però non si fa impressionare dagli avversari, dal loro spessore. (dal 74' Chiesa 7 Come il numero di maglia. Bentornato, Federico. Una notizia straordinaria per l'Italia, oltre che per la Juventus).

Milik 6- Non brillante, non al centro del gioco e delle fortune bianconere, ma le condizioni fisiche non sono di quelle da gran galà. Si sbatte, in mezzo a Ramos e Marquinhos non è il più agevole dei compiti.

All: Massimiliano Allegri 6.5- Il paradosso è che questa Juventus è sembrata più squadra di tante con molti più uomini a disposizione. I giovani hanno dato entusiasmo. Impari la lezione: non sono solo risorse a cui aggrapparsi nelle difficoltà ma veri e proprio plus capaci di fare la differenza.

Le pagelle del Paris Saint-Germain (di Andrea Piras)

Risultato finale: Juventus-PSG 1-2

Donnarumma 5,5 - La Juventus calcia spesso dalla distanza ma lui sembra in controllo. Non è preciso sui rinvii di piede che spesso finiscono fra i piedi bianconeri. Prova ad allungarsi senza successo sull’invito di Cuadrado per l’1-1 di Bonucci.

Hakimi 5,5 - Kostic lo svernicia a più riprese dalla sua parte. La pressione dei giocatori bianconeri lo inducono all’errore in diverse occasioni. Si vede pochissimo sulla sua corsia di competenza. Nel secondo tempo è più solido.

Sergio Ramos 6 - Ordinato quando deve impostare l’azione il difensore spagnolo. Va a chiudere i varchi che Hakimi lascia liberi. Marca a tre metri Bonucci in occasione della rete del pareggio ma per il resto solita quantità.

Marquinhos 7 - Un muro. Ci mette il fisico per fermare le offensiva della Juventus. Evita alcune conclusioni che potevano essere senza dubbio insidiose e svetta sui traversoni verso il centro dell’area.

Bernat 5,5 - Dalla sua parte Cuadrado spinge con insistenza e all’inizio sembra non riuscire ad alzare le barriere giuste per fermarlo. Si fa scavalcare dal suggerimento per Cuadrado che genera l’1-1 di Bonucci. Dal 68’ Nuno Mendes 7 - Neanche il tempo di annotare il suo ingresso che scrive il suo nome sul tabellino grazie ad una grande sgroppata a sinistra e ad un diagonale che non lascia scampo a Szczesny.

Fabian Ruiz s.v. - Amaro il suo ritorno in Italia. La sua partita dura poco più di venti minuti. Costretto ad alzare bandiera bianca per un problema muscolare. Dal 22’ Renato Sanches 5,5 - Non entra bene in partita. Fa fatica contro il centrocampo bianconero che gli sradica tanti palloni dai piedi.

Verratti 6 - Si esalta quando ha il pallone fra i piedi e si dirige con grande abilità nel traffico di maglie bianconere. Duella a centrocampo contro gli avversari. Dall'88' Danilo s.v.

Vitinha 6 - Parte molto spaesato dal forcing a centrocampo da parte dei bianconeri. Più passa il tempo più alza i giri del motore anche se la prestazione non va oltre la sufficienza.

Soler 5 - Chi l’ha visto? Agisce fra le linee ma non riesce mai ad innescare la qualità di Mbappé e di Messi. Finisce sempre per sbattere sul muro di maglie bianconere. Dal 68’ Etikitike 6 - Entra nel momento in cui la Juventus preme di più ma riesce comunque a mettersi in mostra cercando lo scambio con le stelle in attacco.

Messi 6 - Fa il minimo sindacale aggirandosi in ogni parte del campo. La Juventus triplica la marcatura per limitarne le qualità infinite. Si vede soltanto qualche buona apertura per i compagni.

Mbappé 7,5 - Che dire sulla giocata che rompe l’equilibrio allo Stadium? Trascina Gatti, attaccato alla sua schiena, per qualche metro e poi fa partire una conclusione che dà un bacino al palo e si insacca nella porta di Szczesny. A questo va aggiunto l’assist per il 2-1 di Nuno Mendes. E' prontissimo per il Mondiale.

Christophe Galtier 6 - Ha la meglio su una Juventus combattiva grazie alla qualità della sua stella Mbappé. Il suo PSG fa fatica contro il pressing bianconero. Beffato nel finale dal Benfica, chiude il girone al secondo posto.