HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
  HOME tmw » lazio » Serie A
Cerca
Sondaggio TMW
Juve immobile sul mercato: è la decisione corretta?
  Si, questa squadra non ha bisogno di rinforzi adesso
  No, alla Juventus sarebbe servito un altro terzino
  No, bisognava portare subito Kulusevski a Torino
  No, il club forzi la mano per lo scambio Rakitic-Bernardeschi

Cagliari, con la Lazio un match che profuma di Europa

14.12.2019 09:00 di Francesco Aresu    articolo letto 1933 volte
Cagliari, con la Lazio un match che profuma di Europa
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Alzi la mano chi, un anno fa, avrebbe predetto che quella tra Cagliari e Lazio sarebbe stata una sfida per giocarsi un posto in Champions League. Su entrambi i fronti, ovviamente. Eppure, lunedì sera alle 20.45 alla Sardegna Arena andrà in scena la sfida tra le due principali sorprese dei primi quattro mesi di stagione. I rossoblù di Maran, che occupano il quarto posto in coabitazione con la Roma, sono senza dubbio la novità della Serie A 2019-20: una rosa che, a livello qualitativo, forse non si vedeva dai gloriosi anni di un certo Gigi Riva (che tra qualche giorno diventerà ufficialmente presidente onorario del club). Dall'altra parte una squadra che, anno dopo anno, cresce a livello di consapevolezza dei propri mezzi, con alcune individualità di rilievo come il capocannoniere Immobile e la coppia formata da Luis Alberto e Milinkovic-Savic: una vera cooperativa d'attacco, con 22 gol e 21 assist in tre. Numeri che si scontrano con i 13 risultati utili messi insieme da Nainggolan e soci, che contro il Sassuolo sono riusciti a rimettere in piedi una gara che si era fatta molto complicata, grazie alle reti di Joao Pedro (10 nel massimo campionato, record per lui) e del redivivo Ragatzu, tornato al gol in A dopo otto anni e un purgatorio fatto soprattutto di Serie C. Insomma, ci sono tutti gli ingredienti per assistere a una gara che si preannuncia spettacolare.

MARAN E INZAGHI, DUE STILI CONTRO – Di fronte ci saranno anche Maran e Inzaghi, ovvero due tecnici dal diverso credo tattico: sostenitore del 4-3-1-2 (camaleontico) il primo, talebano del 3-5-2 (o 3-5-1-1) il secondo. I precedenti in panchina sono a favore del laziale, con 4 vittorie, 1 pareggio e 1 sconfitta, ma l'ex allenatore del Chievo ha dimostrato in questo campionato che le statistiche sono fatte per essere riscritte. Maran dovrà fare a meno di Rog, ammonito a Reggio Emilia: il croato è tra i migliori a livello di rendimento nel Cagliari e la sua assenza si farà sentire, anche se Ionita è pronto a non farlo rimpiangere, magari per allontanare le voci che lo vorrebbero nel mirino del Lecce. Ma quella contro i biancocelesti sarà una partita importante per Radja Nainggolan, vero motore di questo Cagliari, ma soprattutto ex Roma: facile immaginare come per lui lunedì sera ci sarà quasi aria di derby...

TUTTOmercatoWEB.com - Il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Lazio

Le più lette
Scarica l'app ufficiale del Canale Lazio
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510