Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / livorno / Calcio
Sala stampa. Collacchioni: "La nostra forza deve essere il gruppo"
sabato 24 settembre 2022, 20:06Calcio
di Lorenzo Palma
per Amaranta.it

Sala stampa. Collacchioni: "La nostra forza deve essere il gruppo"

Livorno – Sotto la pioggia battente della ripresa arrivano i due gol che consegnano la vittoria odierna ai ragazzi di mister Collacchioni che non può di certo lamentarsi di questo 2 a 0. Una partita caratterizzata dalla duttilità tattica degli amaranto come ci spiega anche il mister: “Nelle nostre scelte c’è uno studio di strategia e degli avversari perché sono di tutto rispetto. Oggi difendevamo a quattro perché i loro attaccanti erano bravi nell’uno contro uno e in fase di sviluppo ci doveva essere e la abbiamo fatta bene questa rotazione per giocare un pochino di più in ampiezza, perciò per 60 minuti ho viso tutto quello che volevo vedere, solo gli episodi e la sfortuna non ci hanno fatto passare in vantaggio prima, poi è arrivato l’uno a zero meritato e il due a zero ha consacrato la partita fatta anche di voglia di sacrificio, forza di volontà e voglia di portare la partita a casa, un risultato non semplice dove abbiamo anche saputo soffrire perché ci sono sempre anche gli avversari, poi è normale che, come ho già detto sono sempre molto critico, voglio sempre molto di più, voglio aumentare anche l’autostima e la consapevolezza dei giocatori che siamo e che ho a disposizione e che dopo l’uno a zero possiamo continuare a fare la partita in un certo modo però ci sono tanti aspetti mentali e emozionali che ti portano certe volte ad avere il braccino anche se secondo me non è stato il caso di oggi. Gli avversari hanno spinto un po' di più, noi ci siamo difesi con ordine e noi abbiamo aspettato il momento opportuno per fare il due a zero , la leggo così senza farla troppo complicata. Gli avversari dopo il nostro gol tentano il tutto per tutto e noi più che calo fisiologico noi abbiamo corso tanto per un’ora, c’è anche un approccio emotivo, noi questa partita la sentivamo, siamo umani e deve essere la nostra forza buttare dentro del sentimento a quello che stiamo facendo. Dopo ci è mancata lucidità, è venuta quella paura, anche se è una parola che non mi piace, di non arrivare al risultato che ci eravamo immaginati nella settimana e che ci dobbiamo sempre immaginare.”

Infine parlando dei migliori in campo, i marcatori Lucarelli e Belli e gli assistman Lo Faso e Francesco Neri, il mister afferma che: “Noi ce li abbiamo apposta quei giocatori, come ne abbiamo tanti altri. Adesso il mio primo pensiero più che a quelli protagonisti in campo va a un Gian Marco Neri o a un Frati oltre agli infortunati che oggi sono stati penalizzati da delle scelte ma che meriterebbero di giocare, bisogna pensare a chi non è entrato tra cui un giocatore importante come Vantaggiato, perciò la forza di questa squadra deve essere il gruppo e lo voglio sottolineare, poi i protagonisti della domenica sperando che vada sempre bene è normale che si parli di loro ma la conclusione è il risultato di un lavoro fatto da tutto il gruppo.”