Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / milan / News
Di Stefano: "Maldini è il Milan. Il suo addio ha turbato tutto l'ambiente"TUTTO mercato WEB
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
martedì 6 giugno 2023, 16:50News
di Pietro Mazzara
per Milannews.it

Di Stefano: "Maldini è il Milan. Il suo addio ha turbato tutto l'ambiente"

Lungo e articolato intervento a Sky Sport 24 di Peppe Di Stefano, collega che segue quotidianamente le vicende di casa Milan, sull'addio di Paolo Maldini al club rossonero: "È un giorno triste per il Milan, un po’ come ieri. Perché Paolo Maldini non rappresenta solo il club, ma rappresenta un pass par tout per diversi ambiti. Paolo Maldini è stato un uomo di calcio che ha vinto più di tutti da giocatore e da dirigente ha riportato il Milan in alto, vincendo uno scudetto con tre qualificazioni in Champions League consecutive e una semifinale di Champions. C’è aria pesante dalle parti di Casa Milan e aldilà di quello che farà la società nelle prossime settimane, ho l’obbligo di raccontarvi l’aspetto psicologico di questa scelta. Maldini e Massara avevano ancora un anno di contratto e mettere in discussione quello che è stato fatto nelle ultime tre stagioni è impossibile, perché il Milan ha vinto. Discutere le scelte rispetto alla nuova programmazione spetta alla proprietà.

Io vi posso raccontare che al Milan, in questo momento, c’è una sensazione di smarrimento. E vivendo Milanello e Casa Milan, vi posso dire la lealtà, la sobrietà e la dignità che hanno avuto questi due dirigenti che hanno riportato il Milan in alto. Ieri c’è stato l’incontro tra Gerry Cardinale e Paolo Maldini, intorno alle 10.30 a Palazzo Parigi, dove c’è stata una comunicazione da parte della proprietà che ha scelto di non proseguire il rapporto lavorativo con Maldini e Massara. Non c’è stato un dialogo, uno scambio di punti di vista, c’era una scelta presa. Mi viene da pensare che la presenza a Milano di Gerry Cardinale sia stata legata principalmente alla comunicazione di questa decisione e non solo per assistere all’addio al calcio di Ibrahimovic. Maldini e Massara hanno riabilitato il Milan, anche grazie agli investimenti delle proprietà, ma l’immagine di Maldini è stata importante".