Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / milan / News
Jacobelli: "Milan-Pioli, finale malinconico: meritava di essere confermato"TUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
sabato 25 maggio 2024, 01:00News
di Manuel Del Vecchio
per Milannews.it

Jacobelli: "Milan-Pioli, finale malinconico: meritava di essere confermato"

Nella giornata di oggi il Milan ha comunicato la scelta di separarsi, in modo consensuale, da Stefano Pioli. Il tecnico lascerà la panchina rossonera al termine della stagione e domani guiderà la squadra a San Siro per l’ultima volta.

Il noto giornalista Xavier Jacobelli, nel suo intervento a Sky Sport 24, commenta così la scelta del club rossonero: “L’aggettivo più appropriato per descrivere questo finale è: malinconico. Malinconico perché invece secondo me Pioli meritava di essere confermato. In questi suoi cinque anni alla guida del Milan non possiamo né sottacere né sminuire e né dimenticare gli eccellenti risultati che ha ottenuto. Vorrei rammentare che quando arrivò alla guida si piazzò sesto. Dopo di che c’è stata un’irresistibile ascesa culminata con il diciannovesimo scudetto, il ritorno a giocare in Champions League dopo sette anni, una semifinale di Champions… Stiamo parlando della squadra seconda in classifica del campionato attuale.

Quindi io capisco la voglia ed il sentimento di cambiare, ma Gasperini lo dimostra: la continuità di gestione come quella rossonera, che è una squadra giovane e che campionato dopo campionato è destinata a crescere ancora, non poteva che essere confermata in Stefano Pioli, che è un allenatore il cui stile e la sua sobrietà personalmente apprezzo molto. È evidente che questo addio sia malinconico e di certo non voluto dal tecnico che come sappiamo aveva ancora un anno di contratto. Però la società ha preso questa decisione, mi auguro che in occasione dell’ultima partita i tifosi rossoneri possano riservare al tecnico il tributo che merita”.