Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / milan / News
TMW Radio - De Paola: "Il fatto è che Conte sia andato al Napoli e che Milan e Juventus non hanno mai cercato un profilo come quello di Conte per le dinamiche societarie nuove"TUTTO mercato WEB
© foto di Federico De Luca
martedì 18 giugno 2024, 14:30News
di Antonello Gioia
per Milannews.it

TMW Radio - De Paola: "Il fatto è che Conte sia andato al Napoli e che Milan e Juventus non hanno mai cercato un profilo come quello di Conte per le dinamiche societarie nuove"

Durante l'appuntamento odierno con L'Editoriale è intervenuto sulle frequenze di TMW Radio Paolo De Paola. Queste le sue parole:

Che sensazioni ha dopo le parole dell’agente di Kvaratskhelia?
“Non dobbiamo vedere alcuna cosa, bisogna parlare dei fatti. Il fatto è che Conte sia andato al Napoli e che Milan e Juventus non hanno mai cercato un profilo come quello di Conte per le dinamiche societarie nuove. Conte deve cercare di creare un polo attrattivo intorno alla sua figura sia sui giocatori che devono arrivare, ma anche se non soprattutto sui giocatori che devono restare. I casi Di Lorenzo e Kvaratskhelia sono due cosi che rappresentano due punti di attrito rispetto alle pretese dell’arrivo di Conte, che aveva descritto come incedibili Di Lorenzo e Kvara. Dover fare a meno di due giocatori così sarebbe già un fatto molto importante. Evidentemente ciò che è successo lo scorso anno a Napoli è stato clamoroso, non si può pretendere di montare e smontare un giocattolo a proprio piacimento. Se non stai bene nel tuo luogo di lavoro e vuoi andar via evidentemente c’è un problema di rapporti. Va via Giuntoli, vuole andar via l’allenatore, vuole andar via il capitano e ora anche uno dei giocatori più importanti del Napoli. Bisogna porsi delle domande. All’interno del Napoli sono stati fatti dei disastri troppo grandi per essere riparati. Bisognerà ricostruire dai cocci intorno alla figura di Conte e tutti dovranno lavorare compatti per risolvere le tante problematiche che ci sono in questo momento”.