Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / milan / A tu per tu
…con Lucas FelippeTUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
domenica 27 novembre 2022, 00:00A tu per tu
di Alessio Alaimo

…con Lucas Felippe

Una doppietta per riscrivere la propria storia personale. Lucas Felippe ha voglia di recuperare il terreno perduto e con la maglia del Giugliano prova a scalare le tappe per tornare protagonista dopo qualche incidente di percorso. Il gol in rovesciata da fuori area è la fotografia della settimana. E il meglio deve ancora venire. “Sono contento di essere tornato in Italia. Al Giugliano ho trovato la giusta opportunità, ringrazio il mio agente Fernando Guarino e il Direttore Amodio per questa possibilità. In Portogallo non mi sono trovato bene, questa squadra mi sta dando la possibilità di farmi vedere”, dice il centrocampista brasiliano a Tuttomercatoweb.

Mica male il gol in rovesciata…
“Una bellissima sensazione. Lavoro tanto, tutti i giorni al massimo. Aspettavo questa opportunità di trovare il gol, la parte più bella del calcio”.

I complimenti più belli che ha ricevuto?
“Mi hanno fatto i complimenti in tanti. Quelli della mia famiglia che stavano guardando la partita in tv sono stati ovviamente i più belli”.

Dove si vede la prossima estate?
“Preferisco pensare al Giugliano, vogliamo salvarci. Poi in estate se ne parlerà”.

Beh, la classifica dice che potete pensare a qualcosa in più della salvezza.
“La C è difficile, ci sono tante squadre che lottano per vincere e fanno un campionato a parte. Dal Messina a noi che siamo quarti il livello è comunque alto”.

In C intanto si parla di riforma. Da calciatore, come la vede?
“In qualsiasi format si cerca di dare sempre il massimo. Preferisco il campionato com’è adesso, perché fai dei viaggi e puoi affrontare squadre importanti”.

Il suo modello?
“Non ho un modello come giocatore, però come idolo ho il mio papà che mi ha sempre sostenuto e ha sempre cercato di starmi vicino anche tanti chilometri lontano”.