Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / milan / Serie A
Ravanelli: "L’Inter non sbaglia un acquisto, è prima con merito. Scudetto? C'è anche il Milan"TUTTO mercato WEB
martedì 5 dicembre 2023, 15:23Serie A
di Simone Lorini

Ravanelli: "L’Inter non sbaglia un acquisto, è prima con merito. Scudetto? C'è anche il Milan"

Nel corso della diretta Twitch con TvPlay di ieri, Fabrizio Ravanelli ha parlato così del pesante successo colto dall'Inter a Napoli: “La vittoria contro il Napoli pesa tantissimo. L’Inter domenica ha messo in mostra tutte le sue qualità, quelle necessarie per dominare a livello nazionale ed internazionale. Mi ha impressionato per solidità difensiva, concretezza e cinisco; alla prima occasione non ti perdona, ha sofferto in alcuni momenti della gara perché il Napoli ha spinto tantissimo, ed ha dimostrato a tutti di essere una squadra difficile da battere. Ha poi trovato in Sommer un portiere magico. Un po’ di fortuna, poi, aiuta sempre; basti pensare che la scorsa stagione i nerazzurri hanno ceduto Onana, considerato uno dei migliori d’Europa, per 50 milioni ed oggi è impresentabile ed ha poi ingaggiato un estremo difensore fantastico. L’Inter non sbaglia un acquisto, sa scegliere ed è meritatamente in testa alla classifica“.

Sulla partita: “L’Inter ha vinto meritatamente. Al di là del gol, dove ci può stare l’annullamento, al di là dell’episodio – sul secondo non credo sia rigore – vado ad analizzare la partita e vedo un’Inter incredibile. Una partita di rara bellezza, sono rimasto estasiato perché di fronte ad un bel Napoli ha sofferto dopo il vantaggio ma ha continuato a spingere. Fa veramente paura“.


Il Milan: “Nella corsa scudetto non sottovaluterei il Milan, perché c’è lo scontro diretto di differenza tra le milanesi. Sei punti sono troppo pochi. Un mio vecchio tecnico, Caramanno, quando stilava le tabelle per rincorrere l’avversario, ci insegnava di dover vincere lo scontro diretto. Un Milan che vuole lottare per il campionato deve pensare di dover vincere il derby, perché poi vai a tre punti“.