Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / milan / Serie A
Storgato: "Milan, Pioli bravo ma rosa non del tutto pronta per le varie competizioni"TUTTO mercato WEB
venerdì 23 febbraio 2024, 18:53Serie A
di Lorenzo Marucci

Storgato: "Milan, Pioli bravo ma rosa non del tutto pronta per le varie competizioni"

Massimo Storgato è intervenuto nel corso del TMW News e ha parlato di vari temi a partire dalla Roma. "De Rossi sta mettendo in pratica il suo credo calcistico, una squadra più votata all'attacco, non come Mou che cercava di essere molto speculare all'avversario e si basava sull'intuizione dei singoli. La formazione giallorossa ha cambiato ritmo e le ultime due-tre apparizioni sono state convincenti. Contro il Brighton? Sarà una gara interessante, De Zerbi sta lavorando bene da anni e De Rossi è in rampa di lancio".

Il Milan è tornato in una fase critica?
"Credo che sia una squadra perfetta se gioca con 12-13 giocatori poi se ci sono parecchi cambi qualche automatismo non funziona e ne risente molto. I rossoneri mi piacciono e Pioli è un ottimo allenatore ma credo che la rosa non sia completamente all'altezza per affrontare diverse competizioni".

Domenica sera Milan-Atalanta...
"Bellissima partita, è uno scontro diretto. L'Atalanta è una realtà consolidata e le scorie di coppa potrebbero farsi sentire per i rossoneri. In Europa anche se parti da 3-0 le gare non sono mai scontate. Tornando all'Atalanta Gasp è una certezza al pari della società e c'è un mix di giocatori che vogliono arrivare e giocano bene, tutti ci credono e ritengo che meriti un posto tra le big".


E la Lazio si è rilanciata dopo la vittoria con il Torino?
"La squadra biancoceleste è questa, molto incostante. Se non trova continuità è difficile sperare di arrivare in alto. Ha un ottimo organico, gioca bene, le romane meritano le coppe ma con il blasone e la maglia non ci si arriva, sono i giocatori a dover dare molto di più. Lunedì Fiorentina-Lazio è un bello scontro: i viola pur facendo buone gare pagano la gestione, nel dare riposo o cambiare certi giocatori. Non c'è un favorito, sarà una gara bella e aperta fino alla fine".

Il Napoli di Calzona: si è visto già qualcosa di diverso?
"E' presto ma credo che a Napoli le idee chiare siano poche quest'anno, sono partiti male, sono rimasti spiazzati e c'è una confusine totale. Occorre aspettare la fine della stagione, raccogliere i cocci e programmare nuove annate con un determinato allenatore e cambiare diversi giocatori. Osimhen credo voglia andar via però il Napoli deve salvare la stagione ed entrare in Europa. Non sarà facile perché le foraione davanti sono tante tra cui anche Atalanta e Bologna. Per il Napoli senza Europa la vedo difficile una rifondazione".