Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / monza / Primo Piano
I primi cinquant’anni di Galliani nel calcio: quanti ricordiTUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
mercoledì 19 giugno 2024, 09:02Primo Piano
di Roberto Sabatino
per Tuttomonza.it

I primi cinquant’anni di Galliani nel calcio: quanti ricordi

Partì nella stagione 1974/1975 l'avventura nel mondo del calcio di Adriano Galliani. Tutto ebbe inizio dove sta proseguendo ora, ovvero nella cabina di comando del Monza anche per una questione di cuore legata alla madre che gli raccontava spesso il suo sogno: "Adriano, vedrai, un giorno saremo in Serie A".

Il Monza in A lo ha portato davvero con Silvio Berlusconi nel 2022, con in mezzo però i grandi successi al Milan: il primo scudetto ai danni del Napoli di Maradona, la Coppa Campioni e le Intercontinentali sempre in rossonero dove hanno scritto le migliori pagine della storia del club.

Tanti allenatori di diverse epopee, come Sacchi, Capello, Zaccheroni e Ancelotti in rossonero, Brocchi (il tecnico del ritorno in B), Stroppa (della storica promozione in A) e Palladino (altra scommessa vinta). Senza dimenticare i campioni ammirati nel calcio e portati in Italia grazie ad intuizioni e lavoro di team (Van Basten e gli olandesi, Shevchenko, Ronaldinho...).

Mezzo secolo nel calcio tra battaglie, successi, sconfitte e rinascite: appunto come quella iniziata nel settembre 2018 quando Galliani convinse Berlusconi a rilevare il Monza dal presidente Colombo. Da allora, come oggi, con la stessa voglia di far bene e regalare sogni: che adesso sono esclusivamente destinati ai tifosi biancorossi.