Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / napoli / Serie A
Gallo (Corriere dello Sport): "C’è solo un dettaglio che separa Woody Allen da Walter Mazzarri"TUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
mercoledì 29 novembre 2023, 11:23Serie A
di Simone Lorini

Gallo (Corriere dello Sport): "C’è solo un dettaglio che separa Woody Allen da Walter Mazzarri"

"C’è solo un dettaglio che separa Woody Allen da Walter Mazzarri. Ed è che il celebre regista al tema della fortuna, o più propriamente del caso, ha già dedicato un film: Matchpoint". Lo scrive quest'oggi Massimiliano Gallo, giornalista del Corriere dello Sport, parlando del ritorno in Champions del tecnico del Napoli: "Simboleggiato dalla pallina che tocca il nastro e può decidere se finire la sua corsa nel campo dell’avversario oppure rimanere nel tuo. Woody rimarrebbe affascinato dalla storia di Mazzarri che venti giorni fa era un signore di campagna che provava a farsi andar bene la vita che gli stava capitando, e questa sera varcherà lo spogliatoio del Santiago Bernabeu e andrà ad accomodarsi in panchina, a pochi metri da Carlo Ancelotti. A guidare la squadra più forte che gli sia mai capitata.

Visto dalla parte di Mazzarri, quel che gli è accaduto è soprattutto una forma di risarcimento. Avrebbe meritato di arrivarci molto prima al Bernabeu. Ma quella che lui dieci anni fa scambiò per una scorciatoia verso il gotha del calcio (ossia la panchina dell’Inter), in realtà si rivelò un percorso accidentato che lo portò nelle strade sterrate che lui con tanta fatica, abnegazione e sacrificio aveva domato per conquistare la fama che meritava.


Con una differenza sostanziale: Reggina, Sampdoria, lo stesso Napoli erano state tappe che aveva percorso con l’entusiasmo e la forza di chi sente che si sta conquistando la notorietà. Anni dopo, dall’Inter in poi, le stesse strade è come se le avesse affrontate col vento contrario, nelle retrovie, sapendo di avere ben poche chance di tornare in testa al gruppo. Non sono sensazioni piacevoli".