Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / napoli / Serie A
Napoli, nuovo nome per l'attacco: Strand Larsen può essere l'erede di OsimhenTUTTO mercato WEB
© foto di Federico Titone/BernabeuDigital.com
giovedì 30 maggio 2024, 10:38Serie A
di Simone Lorini

Napoli, nuovo nome per l'attacco: Strand Larsen può essere l'erede di Osimhen

Il Napoli si tuffa sul mercato dopo l'investitura ufficiale del nuovo direttore sportivo, avvenuta ieri: a Manna toccherà anticipare temi di mercato e non solo. Per il momento s’è occupato della storia più complessa e delicata possibile, quella relativa all’investitura del nuovo allenatore, incontrando i candidati, districandosi tra il lavoro di mediazione, di definizione e la stesura del piano-mercato.
Capitolo nuovo centravanti: oltre a Lorenzo Lucca dell’Udinese, nell’elenco sono comparsi Viktor Einar Gyökeres, 26 anni martedì, lo svedese dello Sporting che nella stagione ormai conclusa ha segnato 43 gol in 50 partite; e il norvegese Jorgen Strand Larsen, 24 anni, del Celta Vigo.

Sono valutazioni, sono nomi al vaglio, sono attaccanti che però hanno caratteristiche simili: corazzieri, fisico imponente, riempiono l’area, la dominano.

È l’identikit che viene fuori naturalmente in questa prima fase di strategie che comunque, in ottica centravanti, non prescinderà dal futuro di Simeone e Osimhen, il centro del pianeta azzurro. Osi, tra l’altro, è reduce da un problema muscolare che gli è costato anche la convocazione per gli impegni della Nigeria nelle qualificazione al Mondiale 2026 contro Sudafrica e Benin.