Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / napoli / Le Interviste
Fontana: "Conte passa per essere un sergente, ma ama anche fare il bel calcio"
venerdì 14 giugno 2024, 17:20Le Interviste
di Redazione Tutto Napoli.net
per Tuttonapoli.net

Fontana: "Conte passa per essere un sergente, ma ama anche fare il bel calcio"

Gaetano Fontana, allenatore, ha rilasciato un’intervista a Radio Goal, in diretta su Kiss Kiss Napoli

Gaetano Fontana, allenatore, ha rilasciato un’intervista a Radio Goal, in diretta su Kiss Kiss Napoli: “Lobotka? Conte ama avere un centrocampo di forza, di gamba e di corsa, ma anche tecnico. Predilige sempre delle mezz’ali che abbiano la capacità di inserirsi e che abbiano un feeling con la porta. Poi ovviamente ha giocato sempre con un play che avesse la sensibilità di poter trattare la palla in un certo modo. Conte passa per il sergente, ma ama anche giocare a calcio e per mettere in prtaica i suoi principi ha bisogno degli interpreti giusti. I giocatori pensanti, quelli che hanno qualità, saranno importanti anche per il centrocampo di Conte.

La posizione di Anguissa con Conte? Ha tutto, ha fisicità, tecnica e corsa. Nel Napoli dello scudetto ha messo tutto ciò che deve mettere un atleta delle sue qualità. Può fungere da mezz’ala che da secondo play. Anguissa può giocare in un centrocampo a tre o anche a due, ma deve ritrovare la fiducia e non ho dubbi la ritrovi con Conte. L’anno scorso non dev’essere preso in considerazione nei giudizi sui calciatori del Napoli, l’anno scorso hanno sbagliato tutti, dal presidente ai magazzinieri. Folorunsho? Il fatto che Spalletti lo abbia scelto per la nazionale vuol dire tanto. Hanno notato tutti le potenzialità di questo ragazzo a cui mancava qualcosa, ma quel qualcosa l’ha trovato quest’anno e ora ha mostrato di aver colmato quei deficit”.