Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / napoli / Le Interviste
Branca sta con Di Lorenzo e Kvara: "Il Napoli deve farsene una ragione"TUTTO mercato WEB
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
giovedì 20 giugno 2024, 18:00Le Interviste
di Redazione Tutto Napoli.net
per Tuttonapoli.net

Branca sta con Di Lorenzo e Kvara: "Il Napoli deve farsene una ragione"

Marco Branca, dirigente sportivo, ha rilasciato un’intervista a Radio Goal, in diretta su Kiss Kiss Napoli.

Marco Branca, dirigente sportivo, ha rilasciato un’intervista a Radio Goal, in diretta su Kiss Kiss Napoli: “Di Lorenzo e Kvaratskhelia sono sotto contratto, ma bisogna tenere in considerazione il piacere di stare in una squadra. Siccome la scorsa stagione è stata un po’ travagliata adesso c’è un allenatore nuovo che ha grande fiducia in questi due calciatori. Quando si firmano contratti pluriennali, se una delle due parti non ha intenzione di proseguire bisogna farsene una ragione. Lukaku? Non è particolarmente difficile prenderlo, se c’è la disponibilità del calciatore la trattativa non sarà esorbitante. Se è un giocatore che s’incastra con le idee dell’allenatore il Napoli farà più di un tentativo per accontentarlo.

Oriali? Per Conte è importante perchè Conte ha un carattere particolare, vive di calcio 25 ore su 24 e una figura come Oriali lo supporta e lo stempera. Morata? E’ un giocatore che non ha mai entusiasmato fino alla fine, ma è un giocatore molto utile, lavora bene per la squadra e qualche volta sbaglia qualche goal come tutti. E’ un professionista esemplare ed a trentun’anni ha raggiunto la maturità per giocare in qualsiasi squadra del nostro campionato. Mi piacerebbe vederlo in una squadra che fa un gioco molto offensivo”.