Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / napoli / Le Interviste
AUDIO - Sconcerti: "Il Napoli non sembra all'altezza, ma lo voglio prima vedere"TUTTOmercatoWEB.com
venerdì 12 agosto 2022, 22:00Le Interviste
di Antonio Noto
per Tuttonapoli.net

AUDIO - Sconcerti: "Il Napoli non sembra all'altezza, ma lo voglio prima vedere"

"Poi se dovesse riuscire a crescere in fretta benissimo, bisognerà intanto vedere cosa succederà con Fabian Ruiz".

Durante l’appuntamento con 'Maracana', su Tmw Radio, è intervenuto il direttore Mario Sconcerti

Oggi è arrivata la triste notizia della scomparsa di Garella, ci puoi dire qualcosa su questo portiere che ha segnato uno stile?
"Era un portiere molto reattivo, vincere due Scudetti a Verona e Napoli non è facile. È l’unico Scudetto del Verona, era un portiere molto generoso e di grande esplosività, non aveva molta classe ma arrivava dappertutto. Ha avuto anni di rendimento ottimale, fino a diventare uno dei primi 2-3 d’Italia. In alcuni anni è stato un grande portiere. All’epoca il ruolo del portiere era tutta un’altra cosa, c’erano regole diverse ed erano salvati dal dover essere bravi con i piedi. Lui era un regista difensivo con la voce, urlava moltissimo e comandava la difesa. Come lui a vincere due Scudetti in squadre non di prima fascia c’è anche Mancini che vinse con Sampdoria e Lazio, un unicum no però è chiaro che si tratta di una doppia grande impresa".

Ritorna il campionato, si riparte da Milan e Inter?
"Sono le due squadre più pronte, il Milan ha vinto mentre l’Inter già sembrava la squadra più forte lo scorso anno e lo è stata per larghi tratti della stagione. L’Inter poi ha fatto una campagna acquisti che l’ha completata, sta mantenendo la difesa dello Scudetto ed è tornato l’attacco di due anni fa, mentre adesso ha anche un centrocampo molto più completo rispetto allo scorso anno. Questa stagione la rosa è completa con giocatori importanti come Mkhitaryan e Asslani, ora ci potrebbero essere dei problemi con le riserve di Lautaro e Lukaku. Dzeko è al suo primo anno da riserva in 20 anni di carriera, Correa personalmente sta diventando pesante aspettarlo. È sempre stato un grande giocatore in potenziale, ma non è mai riuscito a dare un qualcosa di importante. La Roma è certamente completa anche lei, perché ha soltanto aggiunto rispetto allo scorso anno con l’unica perdita di Mkhitaryan. Adesso ha giocatori come Cristante che lo scorso anno erano fondamentali e quest’anno non saranno titolari. L’apertura offensiva della Roma poi è impressionante, da Abraham a Dybala, Zaniolo e Pellegrini sono giocatori importanti. Sono molto curioso di vedere la Roma".

Il Napoli invece è sceso?
"Il Napoli lo devo vedere, ha perso cinque titolari. In questo momento ti dà l’idea di essere sceso, non sembra all’altezza dello scorso anno. Poi se dovesse riuscire a crescere in fretta benissimo, bisognerà intanto vedere cosa succederà con Fabian Ruiz. Dovesse perdere anche lo spagnolo i giocatori importanti ceduti aumenterebbero, mentre sono arrivati giocatori in costruzione".