Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / napoli / Le altre di A
Udinese, la rabbia di Marino per il rigorino concesso al Milan: "Un torto lapalissiano"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
domenica 14 agosto 2022, 12:00Le altre di A
di Redazione Tutto Napoli.net
per Tuttonapoli.net

Udinese, la rabbia di Marino per il rigorino concesso al Milan: "Un torto lapalissiano"

Nel corso dell'intervista concessa a Udinese TV, il direttore dell'area tecnica bianconera Pierpaolo Marino ha commentato il rigore assegnato al Milan

Nel corso dell'intervista concessa a Udinese TV, il direttore dell'area tecnica bianconera Pierpaolo Marino ha commentato il rigore assegnato al Milan: "Inferocito, e dobbiamo esserlo tutti noi dell’Udinese. Abbiamo subito un torto lapalissiano sul rigore che ha messo in discesa la partita per il Milan. Siamo stati bravi ad andare sul pari al riposo, ma senza quel rigore avremmo potuto portare a casa dei punti. Ci fa arrabbiare maggiormente il fatto che il Milan non abbia bisogno di questi aiuti. Inoltre si smentiscono le linee guida dei vertici arbitrali ogni 15 giorni. L’arbitro aveva operato bene e il VAR no. All’intervallo ho chiesto a Marinelli perché fosse tornato sui suoi passi, ma quelli che sono al VAR finiscono per arbitrare e questo non va bene: deve essere un aiuto, non un disturbo. E oggi è stato un disturbo. Abbiamo ancora delle sbavature dovute al fatto che la squadra ha cambiato guida tecnica e i concetti di Sottil daranno grandi risultati, ma al 45’ potevamo stare moralmente 2-0 per noi. Senza quel rigore la partita sarebbe stata in discesa".