Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / napoli / Serie A
TMW RADIO - Paolillo: "Inter non migliorata nell'atteggiamento e nel gioco nonostante la vittoria"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Alberto Fornasari
mercoledì 5 ottobre 2022, 21:15Serie A
di Tommaso Bonan
tmwradio

Paolillo: "Inter non migliorata nell'atteggiamento e nel gioco nonostante la vittoria"


L’avvocato Ernesto Paolillo ha parlato ai microfoni di TMW Radio, durante la trasmissione Piazza Affari, per commentare la situazione dell'Inter.

Che ne pensa delle proteste vibranti del Barcellona dopo i fatti di ieri?
“Credo non sia giusto tacere quando gli episodi sono a favore e invece parlare quando sono contro. A mio avviso le dichiarazioni di Xavi sono anche manovre per distogliere l’occhio dalla sconfitta e per mettere pressione all’arbitro che dirigerà la sfida del Camp Nou”.

La vittoria contro il Barcellona può rappresentare un nuovo inizio per l’Inter?
“Ieri sera c’è stata anche una notevole dose di fortuna, unita sicuramente a buone notizie. Mi auguro che questa partita possa rappresentare un nuovo inizio, ma a dire la verità devo ammettere di non aver visto né una maggiore serenità in campo né un miglioramento del gioco. Tirando le somme ho nottato che i giocatori in Champions si impegnano come non fanno in campionato. Magari alcuni elementi stanno cercando di mettersi in luce di fronte alle big europee”.

La scelta di Calhanoglu al posto di Brozovic può essere riproposta?
“Il giocatore si è dimostrato valido, perciò credo di sì. A volte le scelte di formazione di Inzaghi non si sono rivelate azzeccate”.

Dimarco è troppo sottovalutato?
“Perisic è difficile da sostituire, ma l’Inter ha bisogno di un giocatore in grado di saltare l’uomo, cosa che in questo momento Gosens, a differenza di Dimarco, non garantisce”.

Della situazione Skriniar che ne pensa?
“Credo che se l’eventuale sostituto non fosse stato preso dalla Juventus, Skriniar ora non sarebbe più nerazzurro. Adesso bisognerà capire come sarà gestita la situazione del giocatore in futuro. In questo frangente più che Inzaghi è nel mirino la proprietà. Per fortuna in società ci sono Marotta e Antonello, in grado di gestire situazioni così complesse”.