Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / perugia / News
Al Lago Trasimeno la prima tappa del Trofeo Optimist Italia Kinder Joy of Moving 2024 di vela giovanile
giovedì 29 febbraio 2024, 12:50News
di Redazione Perugia24.net
per Perugia24.net

Al Lago Trasimeno la prima tappa del Trofeo Optimist Italia Kinder Joy of Moving 2024 di vela giovanile

La prima tappa Trofeo Optimist Italia Kinder Joy of Moving 2024 si diputerà dall’8 al 10 marzo a Passignano. Attesi nella cittadina lacustre tanti giovani velisti dagli 8 ai 15 anni, regatanti nella Classe Optimist in tutta Italia, oltre a molte associazioni del territorio. La regata sarà la più numerosa in termini di numero di partecipanti mai svolta nelle acque del Trasimeno. Sono già 350 gli iscritti a cui si aggiungeranno i 50 istruttori e altrettanti genitori che hanno in questi giorni riempito le strutture ricettive locali. Il trofeo raccoglie a livello nazionale tutta la classe Optimist. “Un momento magico – è stato fatto notare in conferenza stampa- in cui ragazzi di tutta Italia, piccoli velisti, giocano insieme e non vedono l'ora di rincontrarsi a terra ed in acqua per la prossima tappa”.

Ma non finisce qui. La Federazione italiana vela da questo anno ha deciso di abbinare a tutte le tappe la PARASAILING ACADEMY con cui addestra velisti diversamente abili per i giochi paralimpici. Un modo per dimostrare che la vela è uno sport completo e inclusivo da tutti i punti di vista.

Il presidente del Club Velico Trasimeno Giovanni Rosi ha parlato di una manifestazione unica, che vedrà la partecipazione di tante nuvole di vele bianche, riferendosi agli oltre 350 bambini provenienti da tutta Italia, insieme ai propri genitori e allenatori: “Non siamo mai riusciti ad organizzare una manifestazione di questo livello, avere ottenuto la prima tappa avrà una ricaduta positiva anche per il turismo”.

Presente alla conferenza stampa pure la presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei: “Un evento con un format vincente, capace di mettere insieme tante cose – ha precisato -, tra cui la promozione del lago Trasimeno e la possibilità di dare risalto all’accoglienza offerta dal nostro territorio”.
Il sindaco di Passignano Sandro Pasquali ha sottolineato la presenza dell’associazionismo locale per la buona riuscita della manifestazione, fornendo un quadro di un territorio unito che insieme riesce a trovare sinergie nell’interesse di tutti: “La bellezza e la cura di un luogo e del suo paesaggio – ha detto - passa anche attraverso chi sta costruendo eventi e contribuisce a tirare fuori l’enorme potenziale che c’è in ogni territorio, come nel caso del Trasimeno. Abbiamo la convinzione che il nostro lago sia ricettivo solo d'estate, ma non è così. Le domeniche di sole appena passate hanno dimostrato come il flusso turistico possa essere destagionalizzato, una visione nuova da tenere in considerazione”.

Alla presentazione ha partecipato anche Domenico Ignozza, presidente Coni Umbria, che ha sottolineato l’importanza del turismo legato allo sport, all’ambiente e all’inclusione. Su quest’ultimo tema in particolare ha ricordato l’impegno del Club Velico per permettere a tutti di praticare questa disciplina sportiva. Sulla stessa linea anche Andrea Leonardi, presidente della FIV, che ha parlato della necessità di consolidare l’idea che la vela sia uno sport accessibile a tutti, in quanto lo sport è uno strumento di crescita sociale e civile.
Eugenio Rondini, consigliere regionale, ha messo in luce la sensibilità del club velico verso tematiche importanti per la società e per l'approccio costruttivo alle problematiche del lago Trasimeno.