Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / pordenone / In Copertina
Pordenone Calcio: la rabbia di re Mauro, le scuse di Mirko
martedì 21 marzo 2023, 09:53In Copertina
di Redazione TuttoPordenone
per Tuttopordenone.com
fonte Il Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa

Pordenone Calcio: la rabbia di re Mauro, le scuse di Mirko

Niente riposo ieri per i ramarri che non si sono certo sfiancati domenica nel match perso per 1-4 al Piola di Novara. Avrebbero dovuto fare due giorni di riposo visto che giocheranno la prossima partita nel posticipo di lunedì. Si tratta del primo provvedimento della società per esprimere disappunto a tutto il gruppo. Non se ne escludono altri più pesanti qualora non dovesse migliorare l’atteggiamento della squadra già nel match in programma lunedì sera (fischio d’inizio alle 20.30) al Tognon di Fontanafredda con la Pro Sesto seconda in classifica con 57 punti (2 più dei neroverdi) alle spalle della sorprendente capolista Feralpisalò che ne conta 61.

“Al Piola domenica – ha affermato Mauro Lovisa – abbiamo veramente toccato il fondo. Credo che la squadra abbia fatto in assoluto il più brutto primo tempo della nostra storia! Al nostro confronto il Novara sembrava il Liverpool dei bei tempi. Se fosse per me – ha aggiunto – ora li farei lavorare tutti ogni giorno dalle sei di mattina alle sei di sera, altro che un’ora e mezza a seduta! Forse così capirebbero la differenza. In campo poi alle partite non bisogna andare sempre molli, ma con la bava alla bocca. Spero proprio – ha concluso - in una seria e vera reazione d’orgoglio da parte di tutti!”.

Per comprendere meglio la rabbia di re Mauro basta guardare il filmato del secondo dei quattro gol subiti domenica a Novara frutto di un’azione personale di Galuppini partito dalla propria metà campo e arrivato in zona di conclusione senza che nessuno dei ramarri sia andato veramente a contrastarlo. Il suo tiro poi si è infilato alla sinistra di un Festa non proprio attento e reattivo. In genere comunque quasi tutti i giocatori impiegati da un costernato Mirko Stefani sono apparsi non solo impacciati in fase difensiva, ma anche lenti e svagati nella costruzione del gioco sbagliando tantissimi passaggi. Appare abbattuto anche Mirko Stefani.

“Abbiamo fatto tutto in modo negativo – ha ammesso il capitano-allenatore – al contrario del Novara che si è dimostrato migliore sotto tutti gli aspetti. Non mi aspettavo una prova del genere perché la squadra si era allenata bene e avevamo pure preparato nel modo migliore la partita. Mi dispiace molto per la società e per i tifosi che ci hanno seguito anche a Novara. Adesso devo cercare di capire dove e come possiamo migliorare perché – cerca di guardare avanti in modo positivo – il campionato non è finito al Piola. Dobbiamo rimboccarci le maniche e preparare al meglio già la sfida con la Pro Sesto”.

Che la situazione cambi velocemente spera ovviamente anche il popolo neroverde.

“Sulla gara di Novara – ha detto infatti Stefano Ponticiello presidente del Fan Club PN Neroverde 2020 – abbiamo già steso un velo pietoso. Del resto è dall’inizio di quest’anno che la squadra non ci sta regalando grandi soddisfazioni. Ora speriamo che le parole di Mirko abbiano effetto anche se ormai – conclude amaramente – la promozione diretta in B è praticamente impossibile e dai playoff sulle 28 squadre dei tre gironi che vi accederanno solo una accompagnerà in cadetteria le prime della stagione regolare”.