Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / potenza / Primo Piano
Lerda allenatore Crotone: "La squadra ha dato tutto ma non siamo riusciti a sbloccarla"TUTTO mercato WEB
© foto di Federico Gaetano
domenica 29 gennaio 2023, 19:11Primo Piano
di Redazione 2 TuttoPotenza
per Tuttopotenza.com
fonte calciocrotone

Lerda allenatore Crotone: "La squadra ha dato tutto ma non siamo riusciti a sbloccarla"

“Teniamo su il morale, alziamo la testa perché avete dato tutto. Queste partite, lo sapete bene, succedono. Magari era meglio se non succedeva ma questo è il calcio”. Sono le parole che Franco Lerda ha detto alla squadra negli spogliatoi e che ah ripetuto in sala stampa nel dopo partita: uno 0-0 che frena la corsa del Crotone, al secondo pareggio allo Scida in 12 partite.

“Il Potenza – ha aggiunto l’allenatore degli squali – è venuto qui per fare un certo tipo di partita. Alla fine c’è riuscito e ha portato via un punto. Noi non siamo riusciti a sbloccarla all’inizio, considerato che siamo partiti molto bene. Poi a un certo punto abbiamo sbagliato qualche cross di troppo, qualche passaggio che ci ha fatto perdere un po’ di fluidità nella manovra. Per non parlare dell’espulsione di Golemic che ritengo sia stata super, super affrettata. Per me non era chiara occasione da gol, perché Papini gli stava quasi a fianco”.

“Il secondo tempo – ha proseguito Lerda durante l’analisi della partita – lo abbiamo fatto nella loro metà campo quando si è ristabilita la parità numerica con la loro espulsione. Ma non siamo riusciti a segnare. Anche se loro recriminano per quel tocco di Bove il quale mi ha detto che la palla gli è sbattuta sul braccio che aveva molto vicino al corpo. Però ricordo anche il momento in cui Cernigoi stava per colpire ed è stato strattonato, tirato giù in area in maniera molto palese”.

“Certo – ha aggiunto l’allenatore rossoblù –, non vogliamo accampare queste scuse però alla fine gli episodi determinano. Partite come questa ce ne saranno altre e se non riesci a sbloccarle all’inizio poi diventa difficile. Loro anche quando sono rimasti in superiorità numerica non hanno mai cambiato atteggiamento, rimanendo sempre con il baricentro basso davanti alla loro area di rigore con cinque uomini e tre centrocampisti sempre fermi lì. Abbiamo sempre provato a fare la partita, anche in inferiorità numerica ma non siamo riusciti a sbloccarla. Pazienza”.