HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
  HOME tmw » roma » Serie A
Cerca
Sondaggio TMW
Inter, Sanchez ko: fiducia a Esposito o ritorno sul mercato?
  Avanti con Politano, Lukaku e Lautaro Martinez: sono più che sufficienti alle esigenze di Conte
  Occhi sul mercato, sia quello degli svincolati che invernale
  Fiducia al giovane Esposito: sarà lui a completare la batteria di attaccanti nerazzurri

La Roma si sdoppia e con l’Europa League parte il turn over di Fonseca

17.09.2019 08:15 di Dario Marchetti    articolo letto 7010 volte
La Roma si sdoppia e con l’Europa League parte il turn over di Fonseca
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
La Roma ha archiviato il primo impegno dei sette nei prossimi 21 giorni. La vittoria con il Sassuolo è la prima della gestione Fonseca e serve a dare slancio alla squadra in vista dell’esordio di giovedì in Europa League contro l’Istanbul Basaksehir. Un tour de force che finirà solamente il 3 ottobre all’Olimpico con il Cagliari. Dunque nei prossimi impegni, fatta eccezione dei lungodegenti Perotti, Zappacosta e Under, il tecnico portoghese avrà bisogno della rosa al gran completo. Ben venga allora l’abbondanza e non solo sulla trequarti come già commentato dal mister giallorosso dopo il successo di domenica. Fondamentale diventa avere anche giocatori duttili e in questo la Roma ha ampia scelta. Petrachi, in più, ha lavorato per dare a Fonseca due undici che siano quasi allo stesso livello.
ROSA - Con la rosa messa a disposizione dal diesse, infatti, l’ex Shakhtar può schierare due formazioni completamente diverse negli interpreti e con altrettanti esuberi (Santon e Pastore). Gli stessi dei quali aveva parlato Petrachi confermando come fosse soddisfatto all’80% del mercato in uscita. Quando torneranno a disposizione anche gli infortunati, Fonseca ha già in mente un undici tipo e che prevede Pau Lopez in porta. In difesa Florenzi, Fazio, Smalling e Kolarov. Spazio poi a Veretout e Cristante in mediana con una trequarti composta da Under, Pellegrini e Mkhitaryan. Tutti al servizio di Dzeko che sarebbe il terminale offensivo. La Roma B, invece, non cambierebbe il modulo che resterebbe sempre il 4-2-3-1, ma i protagonisti con Pellegrini unico jolly. Ecco che in porta finisce Mirante. La retroguardia sarebbe composta da Zappacosta, Mancini, Jesus e Spinazzola. La cabina di regia verrebbe affidata a Pellegrini e Diawara con Kluivert, Zaniolo e Perotti dietro l’unica punta Kalinic. Ora sta a Fonseca l'ardua sentenza.

Roma A (4-2-3-1): Pau Lopez; Florenzi, Fazio, Smalling, Kolarov; Veretout, Cristante; Under, Pellegrini, Mkhitaryan; Dzeko

Roma B (4-2-3-1): Mirante; Zappacosta, Mancini, Jesus, Spinazzola; Diawara, Pellegrini; Kluivert, Zaniolo, Perotti; Kalinic

TUTTOmercatoWEB.com - Il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Roma

Le più lette
Scarica l'app ufficiale del Canale
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510