Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / salernitana / News
Per De Sanctis è "l'occasione da non fallire". Gli addetti ai lavori sicuri: "E' un predestinato"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
domenica 3 luglio 2022, 23:00News
di Gaetano Ferraiuolo
per Tuttosalernitana.com

Per De Sanctis è "l'occasione da non fallire". Gli addetti ai lavori sicuri: "E' un predestinato"

Siamo tutti molto dispiaciuti per l'addio di Walter Sabatini e per un epilogo amaro per il quale la proprietà ha fatto un passo indietro e chiesto scusa. Ora, però, è tempo di guardare avanti con rinnovato ottimismo. In fondo è rimasto in sella un allenatore di livello, il presidente ha potenzialità umane ed economiche fuori dal comune, si affianca a validissimi professionisti e c'è una rosa che, se puntellata a dovere, può dare soddisfazioni e regalare una stagione interessante. Piedi per terra, sia chiaro. La A del prossimo anno sarà di un livello nettamente superiore a quella che si è conclusa 45vgiorni fa e tutto l'ambiente dovrà spingere dalla prima giornata per aiutare la squadra a conquistare i 35-36 punti necessari. Fare voli pindarici spesso è propedeutico di grosse delusioni e un progetto ambizioso si costruisce nel tempo. 

E questo progetto è stato affidato a Morgan De Sanctis. Accogliere con scetticismo un professionista che si è messo in gioco in una piazza difficile è un errore. Non avrà mai fatto il direttore sportivo fino a questo momento, ma chi è nel mondo del calcio da 30 anni ed ha già costruito una rete di collaboratori fatta da osservatori, avvocati e professionisti di livello non può essere affatto uno sprovveduto, soprattutto se ha fatto gavetta in una realtà internazionale come la Roma. Per cui giusto garantire massimo sostegno al nuovo ds, convinti che svolgerà il suo lavoro ottimamente. E' giovane, ha entusiasmo, ha agganci, può dare una grossa mano nel settore giovanile e ha tutto per ricoprire un ruolo di rilievo anche all'interno dello spogliatoio, laddove metterà a disposizione di tutti la sua esperienza da calciatore. Iervolino non è stupido e non si sarebbe certo affidato ad un dirigente non all'altezza. Poi sarà il campo a parlare, ma è tempo che tutti - nel bene o nel male - siano giudicati in base ai fatti e ai risultati.