Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / serie c / Il Punto
Benevento-Avellino per cancellare le immagini del Pinto. Vicenza, -15 dalla vetta dopo tre mesi: di chi è la colpa del clamoroso flop?TUTTO mercato WEB
sabato 9 dicembre 2023, 00:00Il Punto
di Luca Esposito
per Tuttoc.com

Benevento-Avellino per cancellare le immagini del Pinto. Vicenza, -15 dalla vetta dopo tre mesi: di chi è la colpa del clamoroso flop?

Editoriale di oggi che si apre inevitabilmente con gli scontri che purtroppo si sono verificati allo stadio Pinto di Caserta la scorsa settimana. Non spetta noi emettere giudizi o proporre condanne e soluzioni, ci mancherebbe, diciamo solo che è soltanto molto triste che qualche sconsiderato veda ancora in uno stadio di calcio un terreno fertile nel quale sfogare le proprie frustrazioni. Sugli spalti c'erano bambini, famiglie, persone perbene che avrebbero semplicemente voluto godersi lo spettacolo e vivere un paio d'ore all'insegna della spensieratezza e della passione per lo sport, invece qualcuno è scappato a casa in lacrime e ha temuto per la propria incolumità. Permetteteci un pensiero per le forze dell'ordine, persone che senza guadagnare milioni di euro mettono a repentaglio la loro vita e che non possono trovarsi a gestire scene di guerriglia lontane anni luce dalla civiltà e da quel senso civico che invochiamo da tempo. Serve a poco combattere la tessera del tifoso o protestare per divieti e restrizioni se i cani sciolti non verranno isolati. Immagini davvero molto tristi, senza senso nè logica: per fortuna il bilancio non è stato drammatico, ma non si aspetti sempre la tragedia prima di mettere in campo iniziative concrete atte a scongiurare il peggio. Per fortuna ci sarà subito un'occasione di riscatto per il girone C, quello notoriamente più caldo dal punto di vista ambientale. Al Vigorito si gioca il derby tra Benevento e Avellino, con una cornice di pubblico di categoria superiore e un migliaio di supporters irpini. Ecco, ci auguriamo possa essere uno spot per il calcio e un momento di sano sfottò e null'altro.  Dalla Campania parta un messaggio distensivo: siamo quasi nel 2024 e certe scene di criminalità devono essere messe definitivamente nel dimenticatoio.

Passando all'aspetto tecnico, si sono giocate nel giorno dell'Immacolata quasi tutte le gare del girone A. In attesa che scendano in campo Triestina e Padova (quella di Torrente è l'unica squadra ancora imbattuta, un plauso all'ex mister della Salernitana), si registra il colpaccio del Mantova in casa del Vicenza. Uno 0-2 secco, meritato, costruito in meno di sei minuti e che conferma la forza della compagine di Davide Possanzini, capace di passare dal dramma della retrocessione al sogno promozione diretta. Per la serie "come rialzarsi dopo una sconfitta". Ma fa riflettere questo rendimento altalenante dei biancorossi di Diana, da oggi ufficialmente in discussione: il periodo è quanto mai attuale per chiedersi se mangerà il proverbiale panettone, il -15 dalla vetta dopo 3 mesi di campionato sa quasi di fallimento pur con l'appendice dei playoff che concederebbe una seconda opportunità. Nel girone B, invece, vola il Cesena di Toscano, alle sue spalle però resta ottimo il cammino della Torres che darà filo da torcere fino alla fine. In crescita le quotazioni del Perugia, il Pescara invece interrompe la striscia negativa ma quanto ha sofferto sul campo di una Virtus Entella che, senza la continuità necessaria, rischia di incamminarsi verso una stagione anonima al pari di Ancona e Gubbio.

Nel raggruppamento C dicevamo del super derby tra Benevento e Avellino, match che sarà diretto dal campano Arena. E' questa una piccola, grande conquista utile ad abbattere quella cultura del sospetto che non ci piace. Chi vince potrà dare una svolta alla propria stagione, siamo certi che entrambe restino le più autorevoli candidate al grande salto al netto di un girone d'andata strepitoso da parte della Juve Stabia, trascinata da un difensore goleador come Bellich e da un portiere, Thiam, destinato ad una grande carriera. Intanto 0-0 nell'anticipo tra Picerno e Casertana, due belle realtà della Lega Pro ben organizzate e senza dubbio in grado di occupare le primissime posizioni fino a maggio. Chiudiamo con una bella notizia, il modo migliore per cancellare l'incipit di questo editoriale. Il Giugliano, grazie alla lungimiranza del direttore sportivo Amodio, ha fatto sottoscrivere il primo contratto da professionista all'attaccante classe 2004 Ciuferri: triennale e progetto giovani che prosegue a gonfie vele.