Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / serie c / Serie C
La Top 11 del Girone A di serie C: quando le squadre B possono essere una buona Palestra...TUTTO mercato WEB
mercoledì 28 febbraio 2024, 06:55Serie C
di Luca Esposito

La Top 11 del Girone A di serie C: quando le squadre B possono essere una buona Palestra...

E’ andata in archivio la 28^ giornata nel Girone A di Serie C. Questi i risultati:
Giana Erminio-Lumezzane 2-1
Alessandria-AlbinoLeffe 0-1
Padova-Arzignano 4-0
Pergolettese-Pro Vercelli 3-0
Pro Sesto-Trento 0-1
Pro Patria-Renate 1-3
Vicenza-Triestina 2-0
Novara-Mantova 1-1
Fiorenzuola-Virtus Verona 1-1
Legnago-Atalanta U23 1-1

Di seguito la TOP 11 di TuttoMercatoWeb.com che opta per il 4-2-4:


Ombra (Renate): non inganni il risultato finale: la Pro Patria ha creato diverse occasioni da gol e sono stati necessari almeno due interventi di livello per tenere a galla i nerazzurri. Bravo soprattutto su Castelli.
Lorenzini (Novara): funziona il tandem con Lancini, una coppia che ha contenuto molto bene i forti attaccanti del Mantova e che ha giocato con personalità, attenzione e concentrazione dal primo all'ultimo minuto. Tra i migliori in campo.
Palestra (Atalanta U23): tutt'altro che sorprendente e inedito leggere il suo nome all'interno della nostra rubrica. Questo ragazzo sta dimostrando di essere un predestinato o, comunque, un calciatore da seguire con attenzione come, a distanza, sta facendo Gasperini. Altro assist vincente e spinta costante sulla fascia.
Gusu (Albinoleffe): Alessandria rivitalizzata dal successo nello scontro diretto con la Pro Sesto e gara che, all'inizio, ha creato qualche difficoltà. Se l'è cavata bene, giocando di posizione e indovinando qualche diagonale difensiva. A ridosso del duplice fischio ha sbloccato lo 0-0 segnando la rete decisiva.
Trainotti (Trento): Pro Sesto non certo irresistibile in questo periodo, tuttavia Bruschi è sempre un attaccante che può far male se gli viene concesso troppo spazio. Ottima gara, senza sbavature. Il clean-sheet non è certo casuale.
Mazzarani (Pergolettese): abbiamo detto anche nel recente passato che sta vivendo una seconda giovinezza con la maglia gialloblu. Del resto quando ti affidi al "cucchiaio" per calciare un rigore potenzialmente decisivo vuol dire che sei in fiducia. Avvia con un caparbio recupero sulla trequarti l'azione del definitivo 3-0.
Della Morte (Vicenza): bene ha fatto la società, a gennaio, a rifiutare le tante offerte ricevute per un calciatore essenziale per il gioco di mister Vecchi e che è diventato il trascinatore dei biancorossi. La sblocca con un tiro rasoterra, si inventa l'assist per il 2-0 di Talarico.
Liguori (Padova): difficile trovare un migliore in campo quando si vince 4-0 giocando un calcio di qualità come quello proposto dai ragazzi di Torrente a cospetto di un Arzignano irriconoscibile. Di sinistro e poi di testa: doppietta in 5 minuti e distanze accorciate rispetto alla vetta della classifica.
Demirovic (Virtus Verona): ingresso decisivo da parte dell'attaccante, autore del gol del pareggio con una meravigliosa punizione dai 25 metri che ha consentito ai veneti di agguantare un meritato pareggio. Sin dai primi palloni toccati si era capito fosse entrato col piglio giusto.
Bocalon (Renate): la copertina di giornata è tutta per l'ex attaccante della Salernitana, calatosi in questa realtà con l'entusiasmo del ragazzino alle prime armi, ma anche con la consapevolezza di poter essere ancora super in questa categoria. Se il primo gol è stato piuttosto semplice e il terzo arriva su rigore, il secondo è un autentico capolavoro: tiro a giro di destro sul secondo palo e abbraccio travolgente di tutti i compagni.
Guiu Vilanova (Pergolettese): un palo, un tiro fuori di poco, poi l'assist vincente a Bariti: nella circostanza fa una bella giocata di tacco, confermandosi calciatore di gran tecnica e imprevedibilità. E' lui a chiudere la contesa con la rete del 3-0.
Giovanni Mussa (Pergolettese): ritorno in panchina ad oggi trionfale per il tecnico, la vittoria per 3-0 sulla Pro Vercelli può sancire la fine definitiva della crisi. Gran partita, soprattutto nella ripresa.